Quanto aspettare per curare un acufene? Ci sono cure sintomatiche immediate?

Non esistono terapiette blande per l’acufene e certamente non lo sono la marea di inutili integratori spacciati come cure per l’acufene ed etichettati solo allo scopo di truffare la gente con nomi accattivanti quali, ACUVAL, ACUFEN, TINNIT, OTOFISK o altri simili…
L’acufene deriva sempre o da danni permanenti , ipotesi molto più rara di quanto si pensi, peraltro sempre ipotetici e mai dimostrabili o da idrope, ovvero eccesso di liquidi nell’orecchio interno. Nel primo caso non esiste cura, ma non potendoli mai diagnosticare, i danni, a nessuno e in nessuna condizione si esclude la possibilità di provare una terapia, la cui possibile efficacia non può mai essere esclusa a priori. Nel secondo esiste la terapia per l’idrope, con le sue diverse componenti e in diverse fasi, come spiegata sul mio sito http://www.idrope.com/terapia.html. Molto spesso sono necessarie e sufficienti solo alcune componenti o periodi minori di terapia, mentre in altri casi serve un approccio più aggressivo.

Come sapere se c’è idrope o no? Lo si vede con gli esami, ma poiché questi su oltre 16.000 pazienti da me studiati hanno rivelato che l’idrope c’è sempre anche in caso di disturbi in cui le caratteristiche del sintomo no ce ne danno la certezza in anticipo, il problema non è quindi se c’è o non c’è ma semmai se ci sono danni o meno, questi ultimi intrattabili, e per questi esami non ne esistono. Alla luce di questo da quasi 5 anni non eseguo più esami ed ecco perchè posso fare anche consulenza a distanza perfino su skype.

Il problema è quindi un altro… L’idrope, che c’è… è la causa dell’acufene o no? A questo risponde solo una valutazione.. Se fluttuante, variabile, incostante è sempre idrope, se fisso, invariabile, costante, può ancora esserlo ma non si possono escludere danni.Che fare allora? Come decidere se fare la terapia o no? Il criterio è solo il fastidio o meno… Se il problema non vi dà alcun reale fastidio non serve alcuna cura. Se vi dà fastidio la cura è sempre indicata trascorso un minimo di tempo dall’esordio. Quanto tempo è lecito aspettare visto che OGNI acufene potrebbe benissimo andare anche in remissione spontanea (se da idrope, ovviamente)… Non esiste un criterio preciso..  Se un paziente dopo pochi giorni già sta “sotto” l’acufene, ovvero non dorme e vive con ansia il tutto già è giustificata una terapia dopo pochi giorni… Mentre se riesce a gestirlo bene può benissimo aspettare… Genericamente parlando dopo un periodo di 2 o più settimane inizia a essere logico avviare terapia. Ma non perchè a distanza di tempo poi non si possa far nulla…Solo perchè non ha alcun senso che il paziente stia male senza ragione se può fare una cura.Nessuna utilità ha invece una cura preventiva per evitare peggioramenti ipotetici, proprio perchè  ipotetici. La cura, se la si avvia, la si avvia per togliere l’attuale disturbo e non come prevenzione di futuri, assolutamente non certi, peggioramenti. Non è una cura a vita e quindi comunque una terapia fatta oggi non avrebbe alcun senso in caso di eventuale peggioramento, ad esempio, fra due anni.

8 commenti

Archiviato in Acufeni, Terapia

8 risposte a “Quanto aspettare per curare un acufene? Ci sono cure sintomatiche immediate?

  1. Michele

    Penso che nella disarmante incapacità degli specialisti in materia di acufeni
    il Dott. La Torre sia il più credibile

  2. Fabio

    Per esperienza personale ho capito che il 90% degli specialisti non capisce nulla e spara diagnosi a capocchia, mentre la totalità sono mercenari ed il paziente viene visto solo come un “bancomat” dal quale attingere dal momento in cui si presenta nel loro studio in poi. Chi soffre di qualunque patologia sta messo veramente malecon questa classe medica attuale. Poveri noi!

    • La totalità… include anche me.. nel suo giudizio? In quanto mio paziente con risultati più che soddisfacenti, da lei stesso certificati vorrei davvero sapere da cosa viene fuori questo giudizio negativo…

      • Fabio

        Avendo un problema di sciatalgia ormai cronica da 18 mesi ho potuto constatare che ogni specialista dice la sua portando l’acqua al proprio mulino criticando l’operato del collega. Il neurochirurgo parla male dell’ortopedico specialista in chirurgia vertebrale, il quale a sua volta parla male del neurochirurgo, il quale a sua volta parla male del neuradiologo dicendo che non sa leggere una RM. Se le dicessi che mi hanno fatto rifare tre RMN nell’arco di pochi gg perchè ognuno dice che la propria apparecchiatura è migliore criticando il referto fatto dal collega per poi alla fine refertare la stessa cosa, lei non mi crederebbe ma c’è da impazzire! Ci si rende conto che sono tutti una massa di ladri. Punto! Per poi sentirsi dire “quello che le hanno fatto non era indicato” mentre quello che propongono loro sì e poi scopri che nessuno ha capito una cippa. Il discorso è lungo, chi soffre ne fa le spese sia dal punto di vista economico che dal punto di vista fisico. In quanto al mio acufene, francamente è lì ed ormai ci convivo avendo problemi più fastidiosi ed invalidanti come appunto un dolore scatico cronico con danno neurogeno che riesco a tenere sotto controllo solo con gli oppioidi, per cui l’ho messo in secondo piano. Probabilmente se risolvessi questo problema mi focalizzerei di nuovo sul mio acufene ma francamente sono sconfortato e rassegnato. E potrei raccontargliene altre vissute sulla mia pelle o sulla pelle di miei conoscenti. Ripeto, stiamo messi proprio male, almeno qui in Italia.

      • Quando commentate fateli in modo completo o non fatelo affatto.. A maggio la sua ultima mail diceva questo…

        “Buongiorno dottore,
        senza che le faccio perdere tempo fissando su skype l’appuntamento volevo segnalarle che dopo il nostro incontro via Skype di una settimana fa le cose sono andate nettamente migliorando. Acufene a livelli bassissimi, quasi impercettibili anche se comunque sempre presente.”..

        Posso escludermi dalla lista dei medici incompetenti che trattano i pazienti come bancomat.. vistl che oltretutto a me si paga una volta sola per essere seguiti a vita..?

      • Fabio

        Precisamente, il mio acufene è rimasto fluttuante come prima ma convivendoci lo avverto meno. Visti i pareri discordanti dei neuroradiologi pure sulle apparecchiature per RMN è anche possibile che io abbia un neurinoma ma anche fosse me lo tengo e non ci penso più. Proprio ieri sera ne parlavo con un amico del caso di un conoscente comune che non fidandosi dei parerei avuti qui che sconsigliavano l’asportazione è andato in Svizzera a farlo rimuovere…bene o meglio molto male perchè dopo tre gg è tornato in Italia ma…morto!
        A tal proposito io credo che in tutte le cose ci vuole fortuna e anche se si va dal miglior specialista, quello più quotato sulla piazza, se sei sfigato il problema nascerà comunque per cui niente viaggi della speranza o richieste di interventi di medici noti che vengono a domicilio. Un amico nefrologo ha fatto venire un cardiochirurgo dall’America pagando il tutto ben 50 mila euro. Nell’intervento gli ha leso un nervo per cui la sua vita è praticamente finita non riuscendo più a respirare bene. E parliamo di medici….pensate per noi noi poveri signor nessuno.

      • Con rispetto, Fabio, ma credo che in questo momento il suo problema maggiore non sia né l’orecchio né la schiena.. Ha una visione totalmente distorta delle cose.. e se ha solo da esprimere commenti di rabbia generici la invito ad esprimererli in altra sede e non qui.. visto che sono anche fuori tema.. L’ho lasciata con acufene impercettibile . per sua ammissione.. poi è sparito.. E se era tale anche prima che cavolo ha fatto a fare allora la terapia.. ? Comunque come detto se è in guerra con la classe medica (lo sono anche io ma motivandolo e con cognizione sulle cose che dico) non è questa la sede per polemizzare.. Non pubblicherò ulteriori repliche. Se ha bisogno mi contatti in privato.

Cosa ne pensi? Lascia la tua opinione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...