Che idea vi siete fatti su di me?

Per conoscenza personale se siete miei pazienti, per contatti indiretti o anche solo dalla lettura di quel che scrivo che idea vi siete fatti su di me e su quel che c’è dietro il mio modo di lavorare e dietro quel che scrivo, forse un po’ “inusuale”?

In particolare secondo voi qual’è il motore principale che mi spinge a darmi tanto da fare, da anni in un settore così difficile spesso davvero lottando contro mulini a vento…? Soldi? Voglia di fama e gloria? Voglia di cambiare le cose? Altruismo puro? O semplice polemica fine a se stessa ?

Si può dare una sola risposta, anche se magari qualcuno vorrebbe avere più opzioni. E’ più facile fare una valutazione statistica in questo caso.

Sono curioso di saperlo e il sondaggio è assolutamente anonimo. Grazie a chi parteciperà..qualunque sia la sua opinione.

10 commenti

Archiviato in Altro

10 risposte a “Che idea vi siete fatti su di me?

  1. Daniela

    Ragazzi, mi piace!
    preferisco però il tema libero..
    Dunque, persona dotata di un’intelligenza decisamente fuori dal comune, sia intellettiva che intuitiva. Come però spesso succede in questi casi tende a pensare che gli altri siano come lui e quindi ragionino come lui e questo può creare dei problemi e dei misunderstandings nel contatto con il pubblico perchè in effetti la maggior parte delle persone è ben lontana da questi standards intellettivi.
    È una dura realtà che va accettata, non siamo tutti uguali e qualcuno è piû diverso degli altri.
    A questo si aggiunge un connaturato senso dell’onestà spinto agli estremi, che di nuovo non è comunissimo e condiviso da tutti e può creare diffidenza nelle maniere in cui viene espresso, ed una passione smisurata per il proprio lavoro, passione che, di nuovo può venire fraintesa.
    Dire che invece, come di nuovo è comune tra le persone intellettualmente parecchino dotate, c’è una certa carenza di intelligenza emotiva per cui gli effetti emotivi creati nel pubblico possono non essere sempre quelli deisderati o previsti.

    Ps: mi sto solo divertendo e speculando, non è proprio necessario che pubblichi queste osservazioni.

    • Io pubblico tutti i commenti se non relativi a richieste di proprio parere… Non risponderò ai commenti, questo o altri perché potrebbe influenzare il sondaggio… 🙂 Ma prometto di farlo quando ci saranno un bel numero di risposte se ci saranno…

  2. Buongiorno, io penso che sia una bravissima persona, un ottimo professionista (questo lo dico perché sono passata sotto le grinfie di altri e non mi sono piaciuti neanche uno tanto per essere buoni) solo che non sono pronta ad affrontare il mezzo che viene usato e non per una questione economica ma non sono pronta a confrontarmi attraverso skipe. Preferirei farlo attraverso una chat perché mi lascerebbe libera di scrivere quando posso farlo e sono nella condizione psicologica di farlo (preciso che non sono una persona che invade la privacy degli altri) ma non farlo ad orari prestabiliti, previo appuntamento, mi creerebbe ansia, come avere appuntamento con un medico in ambulatorio e cambia invece la tattica d’incontro. Devo convincermi che questo è il mezzo per farlo e non sono ancora pronta …..sicuramente nel momento in cui lo saro’ il prossimo medico sara’ sicuramente il dr. La Torre. Grazie per essere cosi’ disponibile nei confronti di noi pazienti che, molto spesso, non siamo riconosciuti attraverso la nostra umilta’ di esseri e soggetti ammalati e quindi anche indifesi.

    • Grazie. Come comunicato in privato, per poter mettere un paziente in terapia ritengo indispensabile un rapporto visivo diretto e che la semplice chat sia insufficiente. Ci sono molte componenti psicologiche che non possono essere gestite senza guardare in faccia l’interlocutore. La consulenza audiovideo sostituisce perfettamente un incontro diretto in un luogo fisico, ma il solo scriversi no.

  3. sicuramente se consideriamo che tutti gli specialisti considerano gli acufeni incurabili, un contatto vale la pena considerarlo. Nel mio caso non so ancora se farlo o meno in quanto i miei acufeni li sento alla testa ed aumentano ad ogni piccolo sforzo anche camminare e di questo non ho sentito parlare. Inoltre ho una sensibilita estrema nell’orecchio sinistro. Poi sofro di vertigini da movimemto ( camminare all’aperto , movimenti del capo e anche solo a stare al computer piu di un’ oretta mi sento ubriacarmi) quindi non avendo sentito parlare di questi sintomi mi trattiene nel consultare il dottore, però la tentaqzione c’è.

    • Alessandro

      Bruno Boldrini.Mi scusi se mi permetto di rispondere. Se c’è la tentazione di contattare il dott perché non l’ho fa ? Tanto non la mangia e nella peggiore delle ipotesi può non seguire quanto lui dice. Avrà sicuramente contattato altri specialisti e il risultato ??

    • Veramente ne parlo eccome sul mio sito.. si chiama disequilibrio soggettivo

  4. Aurelia Frescoso

    Medico professionalmente molto corretto(e questa peculiarità non è certo da tutti), dedito alla cura dei suoi pazienti in modo attento e incisivo, sempre disponibile e secondo il mio personale parere, l’unico tra tantissimi che mi hanno visitata, dal nord al sud dell’Italia, ad aver capito che si trattava di idrope…..Grazie Dottore per esserci!

  5. Tina Fallani

    Io rispetto ed ammiro il lavoro del Dott. La Torre. Dopo quasi 2 anni passati ad andare da dottore a dottore, ho trovato Il Dott. La Torre. Dopo la visita mi ha detto che il disequilibro soggettivo sarebbe passato (ed era terribile! Non camminavo!) e probabilmente anche le cadute improvvise, e così è stato. Mi ha detto che l’acufene sarebbe rimasto ed è fluttuante ma c’è sempre. Stavo così male quando sono arrivata da lui, che un po’ di acufene non mi spaventava e non mi spaventa più tutt’ora. A me ha salvato la vita, nel senso che sono tornata ad avere una vita normale. Io lo adoro. Grazie!

  6. claudia orsi

    Ho attraversato anni bui…di medico in medico…spendendo un sacco di quattrini inutilmente e senza mai ottenere una dignosi.
    Ho progettato di farla finita almeno 10 volte …
    Poi ho incontrato il Dott. LA Torre; mi ha rassicurata pur essendo molto diretto e realista.
    Ora sono felice di aver ripreso in mano la mia vita; ho un bimbo piccolo e un marito straordinario.
    Ringrazio Dio per avermi fatto incontrare il Dott. La Torre.

Cosa ne pensi? Lascia la tua opinione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...