Come districarsi nelle ricerche di cure per acufeni in Internet

Prima del  2000 in internet non si trovava quasi nulla sull’argomento… o solo il solito “non c’è nulla da fare” e le poche pagine straniere parlavano solo della terapia che si stava diffondendo allora solo in USA, Germania e Inghilterra, la TRT poi rivelatasi purtroppo commercialmente vantaggiosa per chi la propone ma assolutamente non così efficace come viene propagandata.

Nel 2000 sono intervenuto io diffondendo (e pentendomene in seguito) la TRT ma diventando l’unico specialista italiano a proporre qualcosa per gli acufeni seguito dal centro di Del Bo con il quale collaboravo. In realtà già l’AIRS di Cianfrone proponeva di iscriversi alla associazione (pagando una cifra spropositata) per poter avere diritto a sperimentare cure assolutamente inefficaci sugli acufeni.

Nel 2003 ho definitivamente abbandonato la TRT rivelatasi una mezza bufala, per proporre solo cure per l’idrope, con efficacia sempre crescente… e a tutt’oggi unica cura possibile. E per molti anni era facilissimo accedere a questa informazione poiché un po’ perché avevo i domini con i nomi giusti (vista la poca concorrenza) e un po’ perché il mio sito offriva anche molto sugli altri settori visto che mi occupavo anche di altro.. ero quasi sempre primo nelle ricerche ed era facile accedere al mio sito che arrivava ad avere anche 1500 visitatori al giorno.

Una svolta in negativo c’è stata a fine 2005 quando si è cercato di farmi chiudere il sito con un procedimento dell’Ordine dei Medici assolutamente inventato ad hoc allo scopo di mettermi a tacere (non si accetta che un medico svegli i pazienti e li metta contro i medici che non vogliono curarli)  proprio incentrato sull’avere un sito senza avere richiesto autorizzazione all’Ordine dei Medici (cosa che legalmente non possono chiedere e infatti sono stato assolto). Di fatto però ho dovuto momentaneamente oscurare il sito perdendo tantissimo nel posizionamento su Google e altri motori di ricerca e da allora per mantenere visibilità sono costretto a pagare Google sempre di più per rendermi visibile.

Con gli anni sono cresciuti sempre di più i siti di medici specialisti o centri dove si parla di acufeni, ma soprattutto sono diventati molto accessibili e spesso in prima pagina articoli di giornale che sparano notizie assurde, nonché forum e gruppi vari dove si semina più disperazione che speranza, e tutto questo ha danneggiato moltissimo la possibilità di diffondere informazione corretta visto che il paziente che prima aveva o nulla o me.. e la proposta di una cura funzionante, si è venuto a trovare sommerso di mala informazione e truffe varie.

Nell’ultimo anno ma soprattutto negli ultimi mesi però si assiste a un fenomeno davvero sconcertante. Grazie alla maggior disponibilità probabilmente di soldi da investire in esperti in posizionamento nei motori di ricerca e in pubblicità, ormai ai primi posti oltre a qualche sito non specifico, troviamo soprattutto le grandi aziende di protesizzazione acustica come Amplifon, Widex, Oticon, Phonak ecc…. che indirizzano i pazienti verso l’acquisto di dispositivi piuttosto che verso cure essendosi sensibilizzati molto verso gli acufeni e le possibilità di guadagno… e la disperazione dei pazienti dopo essersene fregati per anni… puntando più sulla vendita di protesi acustiche.

Questo sta inevitabilmente relegando non solo me ma anche tutti i medici specialisti o centri che si occupano di acufeni da più tempo a pagine successive con perdita notevole di visibilità…

Ormai chi si limita a cercare con la parola “acufeni” ad esempio, su Google.. deve girare molte pagine per trovare il mio sito… (a meno che non incappi fortunatamente nell’inserzione a pagamento, ma anche quella spesso compare raramente sotterrata nel ranking da inserzioni di aziende di protesi), ma anche molte pagine per trovare altri medici o centri che prima apparivano sempre in prima pagina. Nonostante tutto io lavoro lo stesso seppur con periodi ovvi di calo, grazie al passaparola di pazienti soddisfatti ma la diffusione dell’informazione ne risente moltissimo e ho deciso di svegliarvi un po’ anche su questo argomento.

Come muoversi allora? Come capire cosa vale la pena guardare e cosa no?

Istintivamente per evitare di commettere errori vi direi  in modo onesto e diretto di non cercare su google ma di andare direttamente al mio sito www.drlatorre.info e basta e al di là del fatto che può sembrare solo auto-propaganda le cose stanno drammaticamente davvero così. A tutt’oggi non sono a conoscenza di nessuna soluzione alternativa alla terapia da me proposta e a me come specialista, per la cura degli acufeni, il che vi assicuro che mi rende tristissimo e non certo felice di questo triste primato ed esclusiva. E questo non è perché io sia un genio o chissà che ma perché nessuno si mette a seguire questi pazienti difficili se non ha un ritorno economico ben superiore a quello che si può chiedere proponendo terapia anti-idrope. E quindi o ve lo dovete tenere o dovete pagare.. per tenervelo comunque.

Ma per diritto alla libertà di scelta e opinione ecco il mio consiglio su cosa fare con le altre pagine.

  1.  SE LA PAGINA CORRISPONDE A UNA AZIENDA (lo capite dal nome, come quelli elencati sopra).. saltatela a priori a meno che non vogliate comprare degli apparecchi acustici e ricordando che spesso quel che l’azienda madre dice o propone il piccolo commerciante audio protesista nel suo negozietto locale manco lo sa.
  2. SE LA PAGINA HA UN TITOLONE COME ..SCOPERTA LA CAUSA.. TROVATA LA CURA.. e vi parla di ricerche in America sui topi o cose simili..  saltatela a priori perché sono balle o pagine che esaltano travisandoli risultati di ricerche ancora in atto.. o se volete leggerle, ponetevi sempre la domanda.. “OK.. qui tutti dicono che presto.. ci sarà una cura.. ma ha senso aspettare quando chi propone una cura già c’è?”.
    Queste pagine di notizie “WOW”.. sono peraltro a dire il vero sempre coerenti.. perché sono anni che ripetono sempre senza cambiare… che PRESTO ci sarà una cura… 🙂
    Coerenti come chi non fa mai nulla, però tutti i giorni in perfetta coerenza dice che lo farà “domani” 🙂
  3. SE LA PAGINA PRESENTA TANTISSIME CAUSE DIVERSE che spaziano dalla cervicale alla mandibola alle otiti e a tanti altro ancora.. smettete di leggere e fregatevene di qualunque proposta di terapia segua. Chi ha scritto quella pagina manco sa cosa sono gli acufeni e si è limitato a ricopiare vecchi concetti assurdi sulle cause che non sapendo che dire, tirano in ballo tutto e quindi figuriamoci come potrebbe curarli se manco sa cosa sono.
  4. SE LA PAGINA PROMETTE DI CURARVI MA NON SPIEGA COME nella maggior parte dei casi è una tuffa vera e propria per acchiapparvi… ma poi rifilarvi magari i soliti integratori o farmaci per la circolazione o per vendervi qualcosa.
  5. SE LA PAGINA PROMETTE CURE CON ALTISSIME PERCENTUALI MEDIANTE LA TRT (Tinnitus Retraining Therapy)  ricordate prima di cacciare tanti soldi che vi ho avvisato (anche nel mio sito nella sezione acufeni dove spiego il perché) che al contrario ci sono elevate possibilità che non funzioni nel vostro caso specifico e oltretutto nella migliore delle ipotesi ci vuole un anno e mezzo prima di vedere risultati, tempo nel quale avrete già smesso di piangere per quanto avete pagato inutilmente.
  6. SE LA PAGINA PROPONE CURE MA NON RENDE PUBBLICO E TRASPARENTE IL COSTO.. non fidatevi perché il motivo per non scriverlo è che o è elevato o deciso in base a quanto si pensa caso per caso di potervi spillare… Mangereste in un ristorante che non vi mette il prezzo sul menu confidando solo sull’ onestà di chi vi presenterà il conto alla fine?
  7. SE LA PAGINA OFFRE MOLTE TESTIMONIANZE DI PAZIENTI CONTENTI MA NON RINTRACCIABILI PER CONFERMARLO  ricordate che a scriversi da soli false testimonianze magari con foto di chissà chi non ci vuole molto… Fidatevi solo delle testimonianza potenzialmente verificabili.. esempio in gruppi facebook
  8. Infine, SE LA PAGINA E’ DI UN FORUM O GRUPPO DI PAZIENTI andateci pure ma ricordate che i pazienti non curano… i pazienti spesso anzi fanno solo maggior danno trasmettendo la propria sfiducia scetticismo o disperazione.

“Ma, Dott. La Torre”, qualcuno potrebbe obiettare, “escludendo queste pagine da lei citate” resta in pratica solo il suo sito… visto che è l’unico  non legato ad aziende o che non offre causa che spaziano in tutto il corpo, e che spiega accuratamente i meccanismi sottostanti e il ragionamento che porta alla terapia, e che spiega la terapia e in modo dettagliato,  e che offre al paziente la possibilità di capire davvero, e di avere se proprio servono testimonianze verificabili e non anonime, e che assolutamente non fa promesse di guarigione assoluta, e che, inoltre, se il paziente vuole rivolgersi a lei offre in trasparenza assoluta i costi (peraltro bassi) e perfino agevolazioni a chi manco quei costi bassi può pagare, mostrando che , forse, non mette i soldi al primo posto.”

Beh.. ma io infatti ve lo avevo detto che sarebbe stato onesto e diretto dirvi che purtroppo ancora oggi ci sono solo io.. Io con il mio strano modo di fare consulenza in video senza manco toccarvi, con la mia presunzione di potervi fare una cura senza manco fare un esame,  con la mia sfacciataggine di presentarmi come UNICO che vi cura (cosa che non mette mai in buona luce, meglio sbagliato come tutti che far bene controcorrente, no?), con la mia sospetta generosità di offrirvi assistenza a vita chiedendo quel che altri chiedono per 15 minuti del loro prezioso tempo, io, così strambo da sbattermi ovunque per diffondere una cura.. e io, con la mia terapia scomoda e spesso sgradita in molte sue componenti, a cominciare dal fatto che (incredibile questa mia sfacciataggine!!) pretendo “addirittura” di usare dei farmaci per curare problemi medici di salute … invece che l’erba di prato miracolosa, l’estratto di cicoria, o cure alternative… (alternative a cosa poi non lo ho mai capito).

Spero che questa lettura vi sia utile… e magari vi permetta di arrivare un po’ prima a quella seconda o terza, o pure peggio magari, pagina di Google dove potrete trovare il mi sito coperto da tanta spazzatura. E se siete cocciuti, al peggio, dopo aver perso mesi a leggere cose assurde e inutili o a farvi fregare siate magari così onesti da farmi sapere se quanto vi ho detto qui era poi così assurdo.

 

Cosa ne pensi? Lascia la tua opinione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...