Risultati della terapia 2018, 2019 e 2021

SONDAGGIO 2018

Nel 2018 per la prima volta ho messo on line un questionario dove i miei pazienti potevano riportare il loro giudizio sui risultati della cura secondo un criterio di valutazione soggettivo in una scala da 0 a 5 dove lo 0 sta per l’assenza completa di miglioramenti e il 5 per la totale risoluzione del problema (a breve termine) e numerosi altri parametri come nell’esempio in figura.

NB: Si lo so che qual è andrebbe scritto senza apostrofo come qualcuno mi ha già detto.. ma all’epoca non lo sapevo e sinceramente tuttora non ne sono troppo convinto.. 🙂

Ovviamente ogni indagine statistica lasciata alla valutazione soggettiva ha le sue distorsioni ed errori ma su larga scala i risultati sono spesso compatibili sia in questo sondaggio che in quelli successivi con quelli che a me risultano dall’esperienza quotidiana con i pazienti e quindi nella media si tratta di risultati relativamente affidabili.

Sebbene ben pochi pazienti riferiscano la totale risoluzione completa e questo non è peraltro nemmeno il mio obiettivo purché il paziente stia bene e non abbia alcun fastidio, come potete vedere i risultati erano già nel 2018 decisamente buoni.

Per le vertigini recidivanti, di qualunque tipo e il disequilibrio cronico poi la situazione è ancora migliore, come è logico attendersi dal fatto che tutte le vertigini sono da idrope e quindi trattabili anche se pare che gli specialisti ancora non lo abbiano capito.

La perdita di udito è certamente il sintomo più difficile da gestire ma non certo impossibile come vi viene raccontato da chi vuole vendervi protesi acustiche, visti i risultati brillanti in termini di recupero spesso anche totale o quasi che si ottengono con la cura dell’idrope.

La sensazione di orecchio chiuso o bloccato non è mai espressione di danni permanenti e l’efficacia della terapia lo conferma. Molti peraltro avevano risposto mentre erano ancora in avvio terapia e spesso la fullness si sblocca in fase più avanzata della terapia a stadi.

Sorprende perfino me il buon risultato sull’iperacusia (fastidio per i rumori esterni), sintomo nemmeno totalmente da orecchio interno e da idrope, in quanto la quota psicologica o cerebrale comunque trattata con la ia terapia, gioca un ruolo importante

Non è un vero acufene ma la fastidiosa percezione del proprio battito cardiaco nell’orecchio. Non è affatto raro come dicono ma non è da idrope, nemmeno un sintomo da orecchio e nemmeno ne conosciamo le cause precise. Ma si cura con la terapia anti-idrope.

Per molti anni più che puntare a migliorare ulteriormente i risultati il mio obiettivo primario è stato quello di rendere la terapia sempre più semplice e seguibile senza stress per periodi peraltro di solito brevi. (0= nessuna difficoltà 5= molto difficile).

Solo recentemente con l’ultima versione Settembre 2022 ho fatto un’inversione di rotta puntando ad ottenere il maggior risultato possibile già con il primo ciclo di terapia di avvio.

Questo l’apprezzamento, decisamente gratificante,  dei pazienti per la prima consulenza ricevuta considerando poi che la maggior parte di queste consulenze sono avvenute in audiovideo senza che il paziente dovesse nemmeno spostarsi da casa sua.
 

Anche l’assistenza continua a distanza offerta al paziente mediante skype, whatsapp o mail, anch’essa senza che il paziente debba spostarsi e peraltro senza alcun costo successivo si conferma decisamente gradita.


SONDAGGIO 2019

Nel 2019 dopo ulteriori miglioramenti della terapia, proposi un altro sondaggio  stavolta relativo al raggiungimento del beneficio sufficiente ovvero un livello tale da non aver più bisogno di terapia e questo il quadro generale (c’erano molti grafici diversi ma questi sono i più importanti). Anche qui i risultati venivano suddivisi per specifici sintomi ma riferiti solo alla terapia di avvio e non ad eventuali fasi successive. All’epoca la terapia di avvio era proposta con tre livelli progressivi autogestiti dal paziente in base al risultato ottenuto per la durata massima complessiva di circa 20 giorni.

Schermata 2022-09-05 alle 22.59.55Schermata 2022-09-05 alle 23.00.58
Qui il campionamento è stato statisticamente  accurato perché sono stati contattati TUTTI i pazienti ai quali era stata prescritta la terapia versione APRILE 2019 e solo quella e hanno risposto praticamente tutti quelli che in effetti la avevano seguita correttamente e fino in fondo.


SONDAGGI 2021

Nel 2021 sono state fatte due valutazioni diverse in mesi diversi mediante sondaggio. Una che includeva numerose domande per un rating su di me e sul mio modo di lavorare (e volontariamente si partecipava al sondaggio in modo anonimo per maggior libertà nelle risposte) e le trovate se interessati sul sito alla pagina www.drlatorre.info/pazienti 

In quello stesso sondaggio c’era però una domanda generica sull’efficacia della mia cura senza specificare per quali sintomi o in quale anno o con quale terapia specifica o in che fase.

La domanda si rivolgeva a tutti i miei pazienti che avevano voglia di rispondere e che avessero effettivamente fatto terapia con me. Non male come esito ma tenete presente che il campione potrebbe essere falsato dal fatto che potrebbero aver risposto soprattutto quelli che soddisfatti della mia professionalità e dei risultati ancora mi seguivano ed erano disponibili a rispondere al sondaggio

Schermata 2022-09-05 alle 23.13.28

In un secondo sondaggio probabilmente più attendibile a campionamento più accurato, solo pazienti iscritti all’area riservata, con altra finalità (quella di dimostrare il ruolo dei neurofarmaci) tra varie domande veniva chiesto in modo diretto se c’erano stati comunque benefici dalla terapia (senza specificare l’entità del miglioramento, tali da essere comunque contento di averla fatta. L’immagine è sfuocata in quanto tratta di video conferenza nella quale ho presentato l’esito del sondaggio (non trovo più il grafico originale e non mi andava di rifarlo) ma quel 91% si vede bene.

Schermata 2022-09-05 alle 23.24.55

IL PROSSIMO SONDAGGIO

Il prossimo sondaggio sarà a campionamento stretto e sarà proposto ma contattando direttamente io  e facendo io domande specifiche e spiegate tutti i pazienti che avranno avviato e completato la terapia di avvio Settembre 2022 quando avrò raggiunto un numero sufficiente di pazienti sia per la terapia semplificata che per quella avanzata, le due principali modalità di avvio.

Autore: Dr. Andrea La Torre

Consulenza audiovideo e terapia per Idrope orecchio interno, Sindrome di Meniere, Acufeni, Vertigini ed equilibrio, Udito, Fullness, Chinetosi.

Cosa ne pensi? Lascia la tua opinione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: