Da stress a stress, passando per l’idrope e suoi sintomi…

Avviso: Quest'articolo per i pazienti (magari lo leggessero anche i medici, ma ormai mi faccio poche illusioni) presuppone che conosciate almeno nelle basi cosa è l'idrope e che abbiate letto http://www.drlatorre.info/idrope prima di affrontare la lettura di questo articolo. In questo nuovo e lungo articolo voglio provare a spiegarvi in modo progressivo quel che so, …

Nuova terapia di avvio 2020

In attesa di scrivere un articolo completo ecco un grafico riassuntivo per comprendere come è strutturata la nuova terapia di avvio 2020 (rilasciata il 19 dicembre 2019 in realtà). Il principale e più evidente cambiamento riguarda la suddivisione in livelli che da tre con durata variabile passano ad essere quattro di cinque giorni l'uno ma …

RISULTATI DELLA TERAPIA DI AVVIO 2019 E CONSIDERAZIONI PER MIGLIORARLA

IMPORTANTE NOTA DI AGGIORNAMENTO  19 dicembre 2019. L'articolo comunque ancora valido per la presentazione dei risultati e soprattutto per comprendere il concetto di autovalutazione del beneficio sufficiente è stato scritto in occasione del rilascio della versione Ottobre 2019, attualmente superata dalla nuova versione 2020 ora disponibile. Nella nuova versione sono cambiate diverse cose tra cui …

Interattività e ruolo attivo del paziente nella terapia anti-idrope. Dovete studiare e saper scegliere!

Dovrebbe essere forse così per ogni terapia soprattutto per patologie croniche e recidivanti ma la medicina moderna  ci ha abituato ormai che il paziente ha solo un ruolo  passivo di "obbediente ignorante".. peraltro permettendo sempre di più dispotismo da parte del medico che si sente libero di fare e dire tutto senza alcun rischio di …

Cosa intendiamo per “Beneficio sufficiente” ?

Nella nuova versione della terapia viene introdotto o meglio esteso (era già presente nella terapia semplificata dell'anno scorso) il concetto di BENEFICIO SUFFICIENTE quale criterio per decidere autonomamente e senza chiedere a me se sia necessario andare avanti con la terapia o se si possa chiedere il controllo per avviare la riduzione dei neurofarmaci e …

Nuovo protocollo di terapia a stadi aprile 2019 e novità introdotte nel 2019

Nota per i miei pazienti: l'area riservata a voi dedicata è stata già interamente aggiornata con tutte le novità. E' disponibile dal 19 aprile 2019 il nuovo protocollo di terapia a stadi che modifica in modo sostanziale l'approccio precedente. Le principali novità sono rappresentate dal protrarsi solo al bisogno della terapia con neurofarmaci che in …

L’ “acufene pulsante”… che acufene non è…

L’occasionale percezione del proprio battito cardiaco nell’orecchio è un fenomeno relativamente frequente (erroneamente ed inspiegabilmente considerato raro in tutte le casistiche) e di per sé non patologico che, nella maggior parte dei casi, non richiede alcuna cura. Se però il disturbo è frequente e fastidioso ci sono elevate possibilità (non prevedibili però) che sia trattabile …