Cosa intendiamo per “Beneficio sufficiente” ?

Nella nuova versione della terapia viene introdotto o meglio esteso (era già presente nella terapia semplificata dell'anno scorso) il concetto di BENEFICIO SUFFICIENTE quale criterio per decidere autonomamente e senza chiedere a me se sia necessario andare avanti con la terapia o se si possa chiedere il controllo per avviare la riduzione dei neurofarmaci e …

Nuovo protocollo di terapia a stadi aprile 2019 e novità introdotte nel 2019

Nota per i miei pazienti: l'area riservata a voi dedicata è stata già interamente aggiornata con tutte le novità. E' disponibile dal 19 aprile 2019 il nuovo protocollo di terapia a stadi che modifica in modo sostanziale l'approccio precedente. Le principali novità sono rappresentate dal protrarsi solo al bisogno della terapia con neurofarmaci che in …

L’ “acufene pulsante”… che acufene non è…

L’occasionale percezione del proprio battito cardiaco nell’orecchio è un fenomeno relativamente frequente (erroneamente ed inspiegabilmente considerato raro in tutte le casistiche) e di per sé non patologico che, nella maggior parte dei casi, non richiede alcuna cura. Se però il disturbo è frequente e fastidioso ci sono elevate possibilità (non prevedibili però) che sia trattabile …

Trattamento sintomatico dell’acufene (TST) quale possibile proposta complementare alla terapia per idrope

In quest'articolo scritto dal Dott. Federico Rustici, ideatore del trattamento T.S.T (Tinnitus Symptomatic Treatment) e successivamente revisionato e integrato dal Dott. Andrea La Torre come medico specialista esperto di cura dell'acufene mediante terapia contro l'idrope, vengono spiegate le basi di questo trattamento complementare o eventualmente a scelta del paziente, alternativo, alla cura per l'idrope che …

Scusate il ritardo.. (e i limiti..)

Titolo provocatorio e auto-ironico (citando il compianto Massimo Troisi) per un argomento importante. La prima sana regola di un medico dovrebbe essere di non creare al paziente per nessuna ragione condizioni peggiori o conseguenze o effetti collaterali peggiori di quelli che aveva quando si è rivolto a me. E per fortuna, questa regola la ho …

L’impossibile lo stiamo già facendo. Per i miracoli ci stiamo attrezzando.

Titolo ironico per sottolineare gli enormi progressi fatti  (da me, visto che pare che gli altri non ne facciano) nella cura di disturbi impossibili da trattare adeguatamente (secondo gli altri) quali acufeni, vertigini, disequilibrio, ipoacusia neurosensoriale dove oggi riesco ad aiutare a stare bene o comunque decisamente meglio tutti i pazienti con vertigini e disequilibrio, …