Non voglio affidarmi al Dr. La Torre per questi motivi…(sondaggio)

Sondaggio ri-avviato il 20/10/2015

Il sondaggio è assolutamente anonimo.

Se potete rispondete anche a un’altro piccolo sondaggio per sapere che idea in generale si fanno i miei pazienti, ma non solo anche chi solo mi legge sul sito e qui sul blog su di me e sui miei veri obiettivi… Sono curioso di vedere cosa esce fuori.. 🙂

La domanda con risposte prestabilite tra cui scegliere è Che idea avete del Dott. La Torre?

58 risposte a “Non voglio affidarmi al Dr. La Torre per questi motivi…(sondaggio)

  1. Anonimo

    questo dott ….mi incuriosisce …..mi piace quello che scrive…ho qualche perplessità sul metodo…. ma ragionando un po …quello che dice è la sacrosanta verita..complimenti dottore ci sentiremo molto presto……….

  2. Ai primi posti ci sono risposte tutte correlate alla mancanza di fiducia ..

    I neurofarmaci sono assolutamente innocui e utili. In molti casi è impossibile farne a meno… quindi se non riuscite a capirlo e non c’è speranza di capirlo nemmeno parlando con me, purtroppo non posso aiutarvi. Non mi metto a fare terapie meno efficaci per avere più pazienti. In alcuni casi sono io stesso a proporre terapia senza , ma non per vostra paura che è incompatibile con l’essere seguiti da me e con questa terapia. E se avete capito i rapporti tra stress, ADH e idrope leggendo il mio sito dovreste aver capito perché.

    Pareri discordanti su di me in realtà non ce ne sono… Ci sono pareri molto favorevoli di persone vere che si firmano con nome e cognome e attacchi di anonimi che non si fanno identificare che mi attaccano su ogni cosa, e che spesso attaccano ogni terapia con l’obiettivo di deprimere ancora di più le persone, ma che nella maggior parte dei casi non sono nemmeno mai stati miei pazienti e non sappiamo nemmeno se sono pazienti o gente con secondi fini, cosa in alcuni casi ben nota……. . Vedere anche il post messo qui al riguardo.
    https://idrope.wordpress.com/2012/09/10/allarme-forum-pazienti-che-giocano-a-fare-i-medici-e-medici-che-si-fingono-pazienti/

    Perchè se la cura è così efficace non viene proposta anche da altri medici?
    Non chiedetelo a me, chiedetelo a loro. Ma se ancora pensate che scopo primario dei medici sia curare i pazienti nel miglior modo possibile e più vantaggioso per il paziente…, credo dobbiate svegliarvi un po’.

    Perché non pubblico su riviste scientifiche…?
    Non ho mai dato credito a quanto le riviste scientifiche pubblicano, se non per prendere qualche spunto, e non ho mai nemmeno inviato un articolo. Quel tipo di fonte di informazione presenta grossi limiti. Prima di tutto si rivolge solo ai medici presentando gli argomenti in modo incomprensibile per i pazienti. In secondo luogo non permette aggiornamenti, discussione, rettifiche. In terzo luogo ancora molti medici non sanno l’inglese. Infine, credo che non mi sarebbero mai state accettate. Anche le riviste scientifiche sono politicamente controllate, al pari di qualunque giornale. E non ho alcun rispetto per l’autorità decisionale di chi dovrebbe decidere la serietà e la qualità di un mio articolo sulla base di criteri che con la scienza non avrebbero nulla a che vedere. Ma dal 1999 pubblico tutto su internet, mettendo tutto a disposizione sia dei medici che dei pazienti, aggiornando regolarmente tutto, offrendo spazi per la libera discussione e la mia massima disponibilità a qualunque medico abbia voglia di conoscere o fare qialcosa di più. Credo che non ci sia un solo specialista in Italia che non sappia chi sono o non conosca il mio sito. Cosa cambierebbe pubblicare su carta?

    A chi non ha ancora capito che quello che offro facendo consulenza a distanza È UN RAPPORTO DIRETTO posso solo ribattere che provare a a chiamarmi e capire che vuol dire è gratis… Circa la non necessità di esami, ne parlo in modo approfondito sul mio sito.

    Mi dispiace di scoprire che per qualcuno anche 80 euro come unico costo sarebbero un problema… Ma per molto tempo ho lasciato anche la possibilità di avere tutto gratis e la gente se ne approfittava. Pronti a chiedere tutto gratis a me ma disposti a pagare altri medici che evidentemente rispettano di più per chiedere seconde opinioni o per buttare soldi in terapie inutili. Se rispettate solo chi pagate allora io voglio essere pagato!

    A chi non crede che il suo problema sia l’idrope posso solo consigliare di rileggere a fondo il sito http://www.idrope.com perché direi che non ci ha capito nulla…

  3. roberta bruschini

    penso al Dottor La torre come ad un Vero medico professionista con una grande grandissima conoscenza del corpo umano ed un grande grandissimo unico interesse a NON prendere in giro le persone. Grazie

  4. piaser francesco

    Trovo molto interessante la sua ricerca, credo che tra non molto la contatterò, per il momento devo terminare degli esami che altri suoi colleghi mi hanno consigliato di fare.Sono però un pò preoccupato sui farmaci neurologici.

  5. Tamara

    Salve Dottore… le scrivo per dirle che sto passando un periodo tremendo…vivo in Veneto e appena potrò vorrei mi visitasse…sono disperata.. soffro di acufeni bilaterali da quando sono piccola e ora da luglio 2012 sono così alti che spesso vorrei sbattere la testa contro il muro.. ho spesso forti giramenti di testa… giramenti così forti da dover tenermi aggrappata al muro, sono andata da due otorini…il primo non mi ha nemmeno ascoltata…il secondo sicuramente bravo ma ci sono rimasta male perché devo averlo beccato in una brutta giornata perché mi ha presto liquidata… poi mi ha consigliato il bite ma per ora non ho abbastanza fondi per terminare i lavori dal dentista quindi figuriamoci per il bite… che dire… non so’ cosa devo fare…ho fatto anche una risonanza magnetica che fortunatamente non ha evidenziato nulla…solo una sinusite… ho spiegato che i giramenti di testa sono così forti che perfino a camminare ho dei problemi ma sembra che nessuno lo trovi importante mentre per me è una situazione tremenda visto poi che devo iniziare la stagione estiva e devo essere assolutamente in forze… ho 3 fischi molto forti e un ronzio fastidioso…non si fermano mai…mai….quindi spero vivamente di poterla raggiungere… la ringrazio di darmi speranza…almeno il sorriso non me lo toglie nessuno… Tamara…

  6. Anonimo

    Faccio parte dell’associazione malati di Meniere e ognuno di noi è passato dal dottor la torre senza alcun risultato.
    A parte quello economico.
    La deve finire di speculare su noi malati Meniere.
    Chi non possiede questa malattia non può né capirla e ne’ curarla.
    Noi come associazione siamo oltre La Torre.
    È in via sperimentale ma si sta’ individuando la causa per buona notizia a tutti i malati di Meniere!!
    Curatevi con rimedi fitoterapici e lasciate perdere farmaci e dottori costosissimi come La Torre.

    • In senso generale nessun paziente NESSUNO, con malattia di Meniere attiva può affermare di aver effettuato la mia terapia senza risultati,, visto che li ho SEMPRE ottenuti nei pazienti con disturbi davvero connessi alla malattia di Meniere in fase attiva. E non ne troverete MAI NEMMENO UNO che possa affermare, provandolo, di non aver avuto vantaggi dalla mia cura in qualunque epoca sia stata fatta per sintomi fluttuanti o vertigini… Anzi mi risulta essere in assoluto l’unico che ha mai avuto davvero risultati. Andando sullo specifico poi l’AIMM, con la quale da tempo sono in guerra aperta è solo un via sporca per pilotare, non so se in modo addirittura illecito dietro compensi o favori, i pazienti verso determinati specialisti e solo quelli, che davvero invece non ottengono nulla.. Avrei potuto non pubblicare questo ignobile commento da parte di un vigliacco che nemmeno si presenta per nome e cognome e mente spudoratamente e probabilmente non è mai stato nemmeno mio paziente o se lo è stato non ha mai seguito alcuna terapia con me….Come non lo sono mai stati la maggior parte degli adepti della presunta associazione AIMM… Ma preferisco invece pubblicarlo… E’ un commento che se letto bene è talmente deficiente da mettere da solo in cattiva luce l’associazione per la quale dice di parlare… Poi ovviamente ognuno legge con la sua testa… E chi non riesce a capire che uno che parla di ricerche avanzate e poi propone di curarsi con fitoterapici pur di non seguire me, non ha molto da dire e ha come unico scopo attaccare me… Probabilmente non è nemmeno un paziente… Se invece lo è, forse il suo problema maggiore non è la Meniere.

    • anna maria cavalieri

      non conosco il dotto La Torre ma direi che almeno pare avere ben compreso i nostri sintomi…che gli altri otorini non prendono in considerazione, se non chiedendoti…è depressa? in quanto alle parcelle forse chi ha scritto non ha visto molti otorini…cifre da capogiro, 10 minuti e ti sbattono fuori a pesci in faccia….sto attentamente informandomi sui studi del medico in questione, ma direi che sia molto affidabile e mi complimento con lui

    • dina mellano

      Penso che questo anonimo non sappia che cos’è la meniere xchè dubito che i fitofarmaci servano a qualcosa.

  7. Anonimo

    dottore posso chiamarla su skype la prima volta senza dovermi ne registrare ne pagare ne altro ?

    • Se intende con questo fare una consulenza gratis, se riesce a spiegarmi e convincere me e gli altri pazienti sul perché dovrei risponderle di si, mentre tutti gli altri pagano quel poco che chiedo, le rispondo di si 🙂 Ma se si riferiva solo alla necessità di chiedere informazioni di carattere generale o chiarimenti sul sito..ovviamente accetto ogni tipo di contatto senza chiedere nulla… Per approfondimento sul perchè non consento ormai da oltre un anno nessuna consulenza del tutto gratuita leggere il trafiletto specifico su http://www.idrope.com/info.html

  8. Gabriella Rosone

    buon giorno! ho visto il suo sito e tutta la parte relativa all’idrope…molto interessante! l’ho trovato grazie ad un signore del veneto orientale P.F. suo paziente che ha scritto in merito alla sua esperienza risolta bene solo grazie a lei….ho appena risposto al questionario….non posso curarmi con i neurofarmaci perchè faccio un lavoro che non me lo permette altrimenti mi licenziano e nemmeno i cortisonici perchè sono allergica (anche a tutti gli antibiotici)! a novembre 2013 (andavo in piscina) mi si è tappato l’orecchio e pensando che fosse un tappo sono andata a fare in ospedale il lavaggio…risultato…il giorno dopo ho avuto un attacco di labirintite (così hanno detto) fortissimo! ed è comparso un ronzio tipo quello della radio quando perde la sintonia….ma a novembre mi è anche stato diagnosticato un cancro al seno (duttale C5-G2 di 12 mm) quindi ormonale! secondo lei esiste la compatibilità di causa tra l’idrope ed il mio tipo di cancro? sono stata operata e non ho fatto le terapie convenzionali a causa delle mie allergie così ho speso tutti i miei soldi per le terapie alternative presso un medico della mia città (omotossicologia, omeopatia, CRM e medicina biologica) fortunatamente con ottimi risultati riscontrabili grazie al marker ed alla PET. Ora sono tornata in ufficio dopo soli 99 giorni di malattia perchè siccome non ho potuto sottopormi alle “cure salvavita” convenzionali (radio e chemio e terapia ormonale per 5 anni) i nostri medici (legali e ministeriali) hanno deciso che ero magicamente guarita…risultato….zero soldi….in ufficio….più stress = acufene a palla! così non dormo più la notte! E non posso dire nemmeno che soffro di vertigini, nausee capogiri etc.. potrebbe rispondere alla mia domanda relativa alla compatibilità ormonale (idrope/cancro) ed anche se ho delle alternative alla cura farmacologica che propone? se la risposta è positiva accetto il consulto a pagamento…scusi la franchezza ma la mia realtà è questa per ora!! Ed il questionario non dava lo spazio per spiegare il perché una persona non vuole o non può sottoporsi alle cure da lei proposte. la ringrazio! cordiali saluti! Gabriella R.

    • Non esiste alcuna relazione diretta tra nessun tipo di malattia oncologica e idrope ma esiste relazione tra stress e idrope.

      Non esiste nessuna allergia ai cortisonici, come sono assolutamente certo che nessuna delle terapie alternative da lei indicate possa avere effetto quale cura di un tumore o sull’idrope. Anche circa i neurofarmaci non credo che possa essere licenziata per quello. E infine esiste invece una apposita pagina proprio per scrivere perchè non vuole o non può sottoporsi alla mia terapia. https://idrope.wordpress.com/no-grazie/

  9. ALFIO M.

    Buongiorno dottore… anni fa venni a visita da Lei a Torino e mi spiegò per sommi capi la Sua terapia per curare l’idrope di cui certamente soffro dal lontano 2008 con corollario di acufeni, vertigini, ipoacusia, etc…. insomma il “pacchetto completo” di sintomi… sfortunatamente però presento anche serissimi problemi oculari quali glaucoma, maculopatia e degenerazione vitreale… e quando ho sottoposto la sua terapia all’attenzione dei miei oculisti, mi hanno vivamente sconsigliato dal procedere, sopratutto per quanto riguarda l’utilizzo del cortisone che come è noto è assolutamente da evitare nei pazienti glaucomatosi… senza contare che l’eccessivo carico idrico previsto dalla terapia mal si concilia con il glaucoma in quanto l’assunzione di grandi quantità di acqua in un breve lasso di tempo fa aumentare la pressione sanguigna che di riflesso comporta anche un malaugurato aumento della IOP a livello oculare… quindi temendo per la salute già seriamente compromessa dei miei occhi, desistetti dall’intraprendere la terapia da Lei proposta. Riservandomi di rivolgermi di nuovo a Lei qualora ci fossero stati chiarimenti in merito all’opportunità o meno di utilizzare la sua terapia in pazienti glaucomatosi e con serie probematiche a livello retinico. Al momento non ho trovato nulla al riguardo navigando nel suo sito e le sarei grato se potesse eventualmente darmi qualche indicazione in merito.

    Cordiali saluti.
    Alfio M.

    • Veramente la mia terapia abbassa la pressione oculare e quindi è perfino in grado di migliorare i sintomi derivanti da un glaucoma ad angolo aperto… E’ semmai (e solo in teoria) controindicata in presenza di un distacco di retina proprio perchè la pressione oculare,anch’essa sotto il controllo dell’ADH si abbassa e non si alza… Non so da dove abbia ricavato queste errate informazioni… A me risulta esattamente il contrario… Circa il cortisone poi dato con carico idrico abbassa anche esso la pressione oculare… mentre l’effetto ritentivo si ha proprio quando non si beve essendo i glicocorticoidi in presenza di un notevole carico idrico regolatori delle acquaporine..

      Purtroppo in presenza di patologia esterna all’orecchio ho il dovere di chiedere nulla osta allo specialista di competenza… e quindi abbiamo un problema ameno che lei non decida di chiedere ad altro oculista…

      • ALFIO M.

        La ringrazio per i chiarimenti, sottoporrò nuovamente la questione all’oculista che mi segue e poi eventualmente la ricontatterò per una visita al centro medico di Torino dove presumo e spero che visiti ancora.

        Cordiali saluti.
        Alfio M.

      • Le consulenze ormai salvo occasionali date a Roma e Bergamo si fanno solo su skype è tutti i pazienti già visti a partire da luglio 2009 e se era Torino (dove non vado più salvo una singola volta e si fa, da tre anni) ci siamo dentro,non devono pagare nulla, vale quanto pagato allora… quindi deve solo andare su http://www.idrope.com/prenota.html e prenotare controllo o aggiornamento gratuito. Si deve ripagare solo se si vuole appuntamento in ambulatorio, ma in tal caso sarebbe a Bergamo e non ha alcun senso visto che oggi come allora non eseguo alcun esame che non avrebbe alcuna utilità.

  10. Massimo

    Buongiorno dottore
    Secondo lei potrebbe esserci una relazione tra una ipoacusia (evidente solo sulle frequenze medioalte e che ha avuto come preludio la presenza continua di acufeni) e l’iperaldosteronismo primario?

    • Non le rispondere… In passato lessi qualcosa su relazioni tra aldosterone e idrope ma non ho sufficienti conoscenze endocrinologiche per dirle di più. Diciamo che nella mia esperienza diretta (non poca) non mi è mi capitato un paziente con iperaldosteronismo primario.

  11. Davide Frison

    Buongiorno dottore
    Non mi è chiara del tutto una cosa. Quando nel sito si parla dell’eventualità di vertigini puramente psicogene che vanno distinte dal disequlibrio soggettivo..vuol dire che ci sono casi non curabili col sistema dell’IDROPE, ma da trattare da un punto di vista completamente diverso? (quindi psicologo, neurologo, ansiloitici e terapie psicologiche)?…CHE TRA L’ALTRO NON SAREBBERO PIU’ IL SUO SETTORE O SBAGLIO?
    Volevo cortesemente capire meglio
    Grazie

    Davide

    • Se una vertigine fosse solo puramente psicogena (e in tal caso non è vera vertigine ovvero non ha alcuna percezione di movimento)…la mia terapia prevedendo neurofarmaci potrebbe transitoriamente aiutare ma in tal caso servirebbe certamente anche altro…. Comunque vertigini solo psicogene non le è ho mai viste nella pratica…

  12. rosaria vecchione

    Ho sofferto di vertigini per 24 anni che spesso mi costringevano a letto per tre giorni. Inutile dirvi quanto ho speso in termini economici, di tempo ed energie per tutti gli esami che mi sono sottoposta (visite orl,risonanze, elettroencefalogramma e chi più ne ha più ne metta) senza nessun risultato, E la cosa più grave che a nessuno gliene importava nulla, erano bravi solo a prendere la parcelle per la prestazione. Un giorno per disperazione mi sono imbattuta nel dottor La Torre ed ho deciso di provare anche con lui, ma senza speranze, come sempre. L’impatto è stato non semplice (il dottore ha un approccio molto diretto), ma ho voluto affidarmi perché nelle sue spiegazioni mi ha molto convinta. Ho iniziato subito a fare quello che mi aveva consigliato e con grande meraviglia dopo 17 giorni stavo meglio. Ho pensato sicuramente che era un caso,che non era possibile, ma ho continuato a seguire i suoi consigli ed oggi mi ritrovo a distanza di due anni e mezzo che no ho più avuto crisi forti. Ogni tanto qualche piccola crisi leggera e di breve durata. Solo oggi mi sento di scrivere che il suo metodo funziona e vorrei dire a tutti i professoroni che mi hanno visitata che per svolgere una professione sanitaria ci vuole innanzitutto tanto amore per chi soffre e poi pensare al compenso. GRAZIE DOTTOR LA TORRE, LA MIA VITA ORA È MOLTO PIÙ SERENA ED È MERITO SUO.

  13. Manuela

    E’ da tanto che volevo lasciare un commento sul Dott. La Torre poi per pigrizia non l’ho mai fatto … io ho seguito la sua terapia per un po’ di tempo e posso dire che sicuramente guarire non esiste proprio, ma lui questo lo dice chiaramente, io premetto ho il menier e non vi sto a dire che cosa comporta ma vi posso assicurare che ho avuto un grande aiuto con la sua terapia anche se devo ammettere che non sono stata sempre costante nel seguirla come si dovrebbe. Non ho avuto nessun problema ne ad assumere cortisone e tanto meno neurofarmaci anche perchè le dosi sono basse e poi prima della decisione il Dott. si è messo in contatto con la mia Dott.sa di base e io mi sono tranquillizzata. Adesso sto attraversando un perido abbastanza tranquillo con la malattia e infatti è da tanto che non lo contatto con skype e tanto meno faccio quello che lui vorrebbe (bere). Vi assicuro che rispetto alle costose visite fatte con altri Professori lui non chiede NIENTE. Ma sapete che potete contattarlo per sempre basta solo prenotare la chiamata…sapete che si rende disponibile anche di domenica e questo è successo a me… Io so già che prima o poi ci sarà una nuova fase critica ma sò a chi rivolgermi, io ho creduto in lui e nel momento del bisogno sò che c’è. Grazie Dott. – Manuela

  14. caro dottore ho passato la mattinata a leggere la sua storia e ammiro molto in lei il coraggio di andare contro corrente ed essere prima di tutto attento alla”persona” prima che alla malattia…Mi sono interessata alla sua storia cercando notizie sull’otosclerosi visto che il mio orecchio sinistro è interessato da questo problema, ma a quanto pare l’operazione che mi è stata vivamente consigliata (ho 52 anni), potrebbe lasciarmi degli acufeni permanenti. Lo so che lei non da consulenze gratuite soprattutto quando non sono attinenti al suo campo, ma vista la sua immensa esperienza mi permetto di chiederle se lei mi consiglierebbe ugualmente di fare l’intervento visto che io sento un pò meno dall’orecchio sinistro ma almeno non ho acufeni. grazie infinite dottore se vorrà rispondermi ma grazie infinite lo stesso perchè lei è il DOTTORE che tutti vorremmo avere!!!

  15. Vincenzo

    Buona sera,
    Ho un problema discontinuo di acufene pulsante monolaterale sin.
    Pensa possa curarmi?
    Prima di prenotare Le faccio presente il problema.
    Cordialità
    Vincenzo

  16. Il sondaggio è stato riavviato in data 24 giugno 2015 per avere una valutazione aggiornata dopo la pubblicazione della nuova versione del sito internet http://www.drlatorre.info

    Ecco comunque i dati raccolti in questi 3 anni…solo 405 voti (e considerata la scelta multipla quindi il numero di votanti è stato senz’altro inferiore)

    Perchè questa terapia la propone solo lui? 38 9.38
    Perchè non ha mai pubblicato i risultati della sua cura? 34 8.4%
    Non voglio usare i neurofarmaci 30 7.41%
    Voglio un rapporto diretto tradizionale 29 7.16%
    Non mi fido (pareri discordanti sul Dr. La Torre) 25 6.17%
    Per ora no, ma ci penserò 21 5.19%
    Mi sembra solo pubblicità 21 5.19%
    Costo eccessivo (ho già speso troppo inutilmente) 15 3.7%
    Non dà garanzie sul risultato 15 3.7%
    Non posso usare Skype 14 3.46%
    Voglio una visita completa con esami 13 3.21%
    Se ha tutto questo tempo per scrivere quando lavora? 13 3.21%
    Voglio prima sentire altri pareri 11 2.72%
    Non credo che il mio problema sia l’idrope 11 2.72%
    Ho solo paura di peggiorare, ma non sto male ora. 11 2.72%
    Costo eccessivo (non posso nemmeno con agevolazione) 10 2.47%
    Non assicura la guarigione definitiva 10 2.47%
    Non credo più a nessuno, ormai 9 2.22%
    Non voglio assumere farmaci in generale 8 1.98%
    La salute dovrebbe essere un diritto gratuito 8 1.98%
    Costo eccessivo (potrei ma è troppo) 7 1.73%
    Non sto abbastanza male 7 1.73%
    Sto facendo un’ altra cura e aspetto di vedere i risultati 7 1.73%
    In questo periodo non posso 6 1.48%
    Dà troppa importanza allo stress. Non ci credo. 5 1.23%
    In questo periodo sto meglio 5 1.23% 1.23%
    Mi sono già tranquillizzato leggendo 5 1.23%
    Voglio prima parlarne al mio medico 4 0.99%
    Mi curo solo con la medicina alternativa 4 0.99%
    La terapia è troppo complessa 4 0.99%
    Il mio medico non è d’accordo 3 0.74% 0.74%
    Mi fido solo della medicina pubblica 2 0.49%
    Il mio problema non è tra quelli di sua competenza 0 0%

  17. Sabrina

    Penso le i modi in cui lavora il dr, la torre nn siano metodi molto efficaci…..ma dove sono finite le classiche visite ambulatoriali o meglio ancora in ospedale…non si può curare una patologia cosi particolare le presenta varie sfaccettature con e-mail o video chiamate….assurdo….visto le ho dovuto fare una marea di esami e an oda non ho una diagnosi definitiva……

    • Beh… un po’ in controsenso quel che dice… visto che ha dovuto fare una marea di esami ma non ha ancora una diagnosi definitiva…. mentre io spesso la posso fare perfino senza esami e i risultati li ho… forse tanto non efficace non sono… “Dove sono finite….le classiche ecc..?” Nelle tasche di qualcuno… al quale pagate ben più soldi che a me…infatti…

  18. Sabrina

    Forse mi sono espressa male dottore……lei sa meglio di me le per arrivare a una diagnosi di Maniera ci vogliono vari esami le escludano altre patologie le danno gli stessi sintomi…..come può senza visitare una persona arrivare a tale diagnosi? ……non credo ke il resto del mondo medico allora non ne capisca niente……vero ke a volte vengono richiesti esami inutili ma…in casi come questo dove sembra importante escludere altre patologie per avere una diagnosi sicura non so come possa lei senza visita fare una diagnosi esatta…..proprio non capisco…..o lei è un indovino e non intendo offenderla o non so le pensare…..tutti quelli le mi hanno esaminata non si sono voluti sbilanciare …sono curiosa di capire come fa lei ad ottenere tali risultati…..
    Tutto questo scritto con rispetto e un po di scetticismo lo riconosco…..

    • Nel mio sito ho spiegato in modo esauriente perché.. forse dovrebbe leggerlo meglio.. e si.. il resto del mondo medico non ci capisce niente ma non perchè io sono un genio e loro cretini..ma perchè a me interessa capire e a loro no… insisto.. legga meglio http://www.drlatorre.info e capirà come purtroppo stanno le cose… e se sta male davvero e considerato quanto costo e chr a meno che nin siano tutte false ci sono una marea di cose scritte dai pazienti che confermano che non sono certo un truffatore… forse vale la pena avere un po’ meno scetticismo e pensare… “e se avesse ragione e potessi star bene?”

  19. Sabrina

    Il mio scetticismo deriva dal fatto ke negli ultimi tempi ho dovuto fare molte visite mediche di diversa natura…e mi creda….ho trovato ogni sorta di medico …..la mia fiducia negli specialisti sta svanendo rapidamente……perke diversamente devo difendere il mio medico di base di cui ho la massima fiducia oltre ke un rapporto stupendo…..continuo a nn credere ke si possa curare la Miniere senza visite….perle allora a ke servono certi esami come il test vestibolare? Cosa ke farò tra venti GG….a cosa sono servite le manovre di Sermont…..? Se non le avessi fatte ora non sarei in grado di lavorare o fare le cose di tutti i GG…..so ke lei ha di meglio da fare ke convincere me a fidarmi del suo metodo ma credo sia corretto anke mettere in guardia le persone da possibili fregature….non solo per quanto la riguarda ma in generale….mi sono trovata in varie situazioni purtroppo al limite della credibilità e dal quel momento ho deciso ke non avrei permesso più a nessun medico di mettermi in tali situazioni….per questo torno a dirle ke il mio scetticismo è più ke fondato….mi dispiace….non è niente di personale…ma sono durissima in questi casi….
    Poi sa meglio di me vista la sua professione quali siano le cure e gli esami necessari a determinare tale patologia…..leggerò quelle altra testimonianza ….

    • Insomma mi sta dando del possibile truffatore che frega le persone.. mostrando anche se in modo educato di essere né più ne meno come quei medici che tanto critica.. ovvero una persona che parla parla ma non muove un dito per verificare se quel che dice o pensa è vero.. e resta ancorata alla sua posizione
      .. e poi da come lei la mette cosa cambierebbe se facessi esami.. comunque lei sarebbe una scottata… cmq mi creda di convincere lei non mi interessa oltre un certo limite.. e considerato che ha dichiarato che vuole mettere in guardiq da possibili fregature.. e non dialogare o imparare qualcosa..non posso concederle altro spazio.. non è un forum pubblico.. ma un mio spazio web personale.. e di una cosa sono certo.. qualunque sia la sua opinione non mi piacciono le persone che giudicano me sulla base di quel che fanno altri ..che io stesso critico. E in generale considero il pregiudizio senza verifica segno di poca intelligenza.. tiri fuori 150 euro.. diventi mia paziente e allora se sarà fregata potrà dire…che aveva ragione.. ma così è solo una che fa critixhe non costruttive… A proposito quando gli esami li facevo..io più di tutti…. e dieci anni fa ..solo per la prima visita se ne pagavano 670 di euro.. macchinari e stipendi di tecnici costano… e mi scusi ma sono ancora uno di quegli stupidi che pensano che la gente dovrebbe pagare per quel che serve e non per quel che fa girare più soldi… Comunque la ringazio della sua opinione ma non posso concederle ulteriore spazio allo scopo di proteggere gli altri dall’essere fregati da me.. soprattutto quando dietro ci sono sue personali vicende ed esperienze che non hanno nulla a che fare con me.. se vuole.può scrivermi in privato ma qui non oltre.. diventerebbe anche noioso.. saluti

  20. massimiliano

    Io sono stato dal Dott La Torre a Roma circa 10 anni fa….avevo e ho ancora problemi di vertigini con disequilibrio continuo…non Meniere ecc..mi ha fatto fare un casino di visite…ho speso 1200euro e poi ha appena guardato i risultati….dico appena perché gli ha sfogliati davanti a me grossolanamente…comunque ma ha fatto fare la stessa cura che faceva fare agli altri con risultati pari a zero sotto zero….mi farebbe un grande piacere se mi restituisse tutti i soldi sprecati inutilmente…

    • Io glielo pubblico il commento…solo per confermare quanto sia poca l’affidabilità delle persone… Nessuno ha mai speso con me direttamente 1200 euro nemmeno pagando la card per i controlli all’epoca della clinica sulla Camilluccia quando con una cifra minore di quel che dice si facevano due giorni di esami, fleboclisi ed erano inclusi tutti i controlli per sei mesi…. e non ho mai avuto un solo fallimento con pazienti affetti da disequilibrio soggettivo o vertigini (a parte uno che non reputo da orecchio ma puramente psicogeno) su PAZIENTI CHE HANNO FATTO LA TERAPIA a me noto… Probabilmente lei ha fatto la prima visita (o forse il day hospital di due giorni) e poi manco si è più visto il che vuol dire NON AVER FATTO LA MIA TERAPIA… Gli esami che facevo dieci anni fa li guardavo eccome… peraltro… e costavano.. tanto… come costavano tanto le apparecchiature… Confermo invece che la terapia all’epoca era unica… ma proprio per quello si fanno progressi.

      Quel che lei chiama sfogliare appena gli esami significa saperli leggere velocemente vedendone tantissimi ogni giorno. Ma una cosa è vera …negli ultimi tempi (non so quando abbia fatto la visita lei.. ma in quegli ultimi tempi (2005-2006) non si pagava più di 570 euro – Centro di Otorinolaringoiatria a Castelnuovo di Porto) agli esami davo sempre meno importanza avendone sempre meno bisogno…tanto che progressivamente nel corso di 3 anni tra il 2006 e il 2009 sono stati completamente abbandonati.

      Visto che poi oggi e da tempo non si fanno esami e si spende 150 euro per essere seguiti in assistenza illimitata, il suo commento è completamente fuori luogo… e quanto meno anacronistico. Se d’altronde dopo 10 anni ha come lei stesso scrive ancora problemi, beh, deduco che nessuno allora sia riuscito a curarla… conta di scrivere commenti negativi e pretendere rimborsi per tutti i medici che l’hanno seguita o è un privilegio riservato a me. ?

      Come i miei pazienti nel portare testimonianze positive mettono nome e cognome poi… gradirei se anche chi porta testimonianze negative (in questo caso peraltro almeno parzialmente falsa di sicuro) ci mettesse nome e cognome e non solo il nome.. Grazie

      Tutt’al più posso invitarla, se davvero fosse di quei poveretti che arrivati a me in passato quando ancora avevo bisogno degli esami e si spendeva tanto a contattarmi via skype per riprendere la terapia quella di oggi e fatta davvero, se è vero che sta ancora male… e senza costi aggiuntivi come se fosse un mio paziente di dopo giugno 2009 (data dalla quale nessuno paga più i controlli), e sarebbe comunque una eccezione, ma se poi dovesse risolvere tutto lo scriverà che tanto “pessimo” non sono? O sa solo fare critiche negative, peraltro in gran parte (o tutto visto che non so chi sia) inventandosele…?

      Le ricordo che ho pubblicato il suo commento nonostante avrei potuto non farlo. Ma l’ho fatto. E le ho risposto.

  21. Manuela

    Sono stata operata all’orecchio dx per otosclerosi e già 2 giorni dopo l’intervento è iniziato l’acufene all ‘orecchio operato. Dopo altri 13 giorni è iniziato l’acufene all’orecchio sx, che anche soffre di otosclerosi. Il chirurgo mi ha detto da subito che devo tenermelo e abituarmici. Non ho mai avuto acufeni prima, né giramenti di testa, solo sentivo il battito cardiaco nelle orecchie. Mi piacerebbe sapere se potrebbe essere l’idrope la causa di questo. Oppure un errore nell’intervento?

    • Spesso l’otosclerosi si associa a idrope che non viene tenuto in conto nel programmare un intervento. Le consiglio di leggere l’articolo correlato su otosclerosi e idrope. Basta cercare otosclerosi nel campo cerca presente in ogni pagina

  22. Marco Rigodanza

    Salve Dott., io sono stato un suo cliente nel lontano 2005, ho fatto tutti gli esami che lei richiedeva all’epoca mi ha dato la sua terapia che ho seguito per un breve periodo ma che dopo, un po per malafede e un po perche’ all’epoca ero molto giovane e avevo altro a cui pensare ( e forse anche perche avevo piu’ forza d’animo per sopportare i miei acufeni), ho smesso di seguire. Per avere un colloquio con lei ora devo pagare come tutti gli altri o vale la visita fatta allora?

  23. Ho letto tutte le informazioni sul suo sito e sono rimasta colpita dalle informazioni dettagliate che lei espone. Il mio scetticismo nasce da due motivi: il mio medico di base, ovviamente in disaccordo, e i continui imbrogli registrati in rete sopprattutto verso persone in difficoltà e bisognose di aiuto. Non so come fidarmi di lei senza il timore di incappare in qualche fregatura e soprattutto non riesco a capire se il mio problema di acufene bilaterale costante (così lo ha definito mio dottore) rientra nelle sue competenze

    • Apprezzo la sua schiettezza ma sottolineo come la miglior difesa per non farsi fregare consiste nel riflettere e documentarsi

      Partiamo dalla fine… Se avesse letto adeguatamente la marea di materiale che metto a disposizioni avrebbe compreso che ogni acufene è potenzialmente da idrope e quindi ovviamente il suo caso rientra tra le mie competenze.

      Circa la prima parte… avendo centinaia di persone disponibili a confermare la mia esistenza, il fatto che effettivamente svolgo consulenze e do terapia come previsto e motivo per il quale vengo pagato con discussioni pubbliche su facebook e sul blog stesso dove lei scrive ora, credo che ci voglia una discreta dose di paranoia ed egocentrismo a pensae che dovrei mettermi a fregare solo lei… per cosa poi …per 150 euro, quando peraltro se ne possono spendere anche solo 25 per un primo contatto, quale test anti-paranoia?
      Spero apprezzi anche la mia di schiettezza…

      • nancy

        Apprezzo la sua schiettezza ( un po’ eccessivo nei toni però) . Non volevo essere offensiva comunque rifletterò bene, come mi ha consigliato, e valuterò. Grazie

      • Beh… mi da del potenziale truffatore senza manco conoscermi… Direi che non sono stato affatto eccessivo… 🙂 Smile?

  24. Daniela Pelliconi

    Buonasera, ho sofferto nell agosto 2014 di VPP, risoltasi spontaneamente o forse in seguito a manovre casalinghe di Sermont, unitamente al farmaco Vessel. A distanza di 2 anni si sono ripresentare, ma in forma diversa. La prima volta , mi venivano cambiando la posizione da sdraiata, ora anche in piedi alzando e abbassando la testa o piegando in avanti il busto. È anche in questo caso idrope? Non ho vomito e nausea,ovviamente tanta ansia. Grazie, Daniela Pelliconi

  25. angelica

    Buongiorno dottore, le scrivo per avere un info…il mio compagno (34 anni) da alcuni anni soffre di acufeni a vari livelli di frequenza, ovvero che si modificano come intensità durante il giorno e in base a dove ci troviamo (mare o montagna) ha un’ipoacusia sui toni medi del 60% circa ( che sul lavoro,facendo il soccorritore, a volte creano qualche difficoltà)e facendoci vedere da più otorini siamo stati liquidati con le seguenti risposte: è un danno neurologico congenito oppure è a causa del lavoro, ora mi chiedo può una persona con danno al nervo acustico può sentire di più o di meno a seconda dei momenti della giornata (appna sveglio sente poco, durante la giornata di piu )o dove ci troviamo (al mare gli acufeni sembrano sparire e lui sente anche a toni bassi e a lunghe distanze )? Può essere idrope ? Può essere curato? A queste domande sono sempre stata liquidata senza riposte. Se fosse curabile efficacemente anche solo l’acufene saremo felici di avere una consulenza
    La ringrazio della sua attenzione

    • Nonostante sia in parte una richiesta personale (e non le pubblico) in questo caso il suo commento contiene un a domanda generale

      può una persona con danno al nervo acustico può sentire di più o di meno a seconda dei momenti della giornata (appna sveglio sente poco, durante la giornata di piu )o dove ci troviamo (al mare gli acufeni sembrano sparire e lui sente anche a toni bassi e a lunghe distanze )? Può essere idrope ? Può essere curato?

      No, non può essere ovviamante danno permanente altrimenti non sarebbero possibili variazioni, quindi è idrope e quindi può essere curato.

  26. Riccardo Mastrangelo

    Faccio parte del club da quando mi è stata diagnosticata, cioè sindrome di menier idrope endolinfatica dx. Ho letto molto attentamente il suo forum ed il suo link, mi è stata prescritta una terapia identica praticamente, purtroppo ho scoperto questo sito solo dopo la visita, il dottore a cui mi sono rivolto è stato sbrigativo, non sono riuscito neanche a fare due domande perché parlava solo lui e quando ho tentato di dire qualcosa mi ha interrotto, relazione tra idrope e ipertensione? Mi piacerebbe potermi consultare con lei dottore, lo farò quanto prima.

  27. Sondaggio riavviato per la terza volta dopo la pubblicazione di una pagina sul sito che tiene conto proprio dei problemi emersi dalle risposte dei pazienti e dovrebbe chiarire molti dubbi. La pagina è a http://www.drlatorre.info/faq

    Ecco le risposte dell’ultima fase del sondaggio prima del riavvio

    Perchè questa terapia la propone solo lui? 13.24% (29 voti)

    Voglio un rapporto diretto tradizionale 9.13% (20 voti)

    Per ora no, ma ci penserò 8.22% (18 voti)

    Perchè non ha mai pubblicato i risultati della sua cura? 7.31% (16 voti)

    Non mi fido (pareri discordanti sul Dr. La Torre) 5.94% (13 voti)

    Se ha tutto questo tempo per scrivere quando lavora? 5.48% (12 voti)

    Non voglio usare i neurofarmaci 4.57% (10 voti)

    Costo eccessivo (ho già speso troppo inutilmente) 4.11% (9 voti)

    Voglio una visita completa con esami 4.11% (9 voti)

    Mi sembra solo pubblicità 3.65% (8 voti)

    Costo eccessivo (non posso nemmeno con agevolazione) 3.2% (7 voti)

    Costo eccessivo (potrei ma è troppo) 2.74% (6 voti)

    In questo periodo non posso 2.28% (5 voti)

    Non posso usare Skype 2.28% (5 voti)

    Non credo che il mio problema sia l’idrope 2.28% (5 voti)

    Dà troppa importanza allo stress. Non ci credo. 2.28% (5 voti)

    La salute dovrebbe essere un diritto gratuito 2.28% (5 voti)

    Non credo più a nessuno, ormai 1.83% (4 voti)

    La terapia è troppo complessa 1.83% (4 voti)

    Non assicura la guarigione definitiva 1.83% (4 voti)

    Sto facendo un’ altra cura e aspetto di vedere i risultati 1.83% (4 voti)

    Voglio prima parlarne al mio medico 1.37% (3 voti)

    Non dà garanzie sul risultato 1.37% (3 voti)

    Il mio medico non è d’accordo 0.91% (2 voti)

    Il mio problema non è tra quelli di sua competenza 0.91% (2 voti)

    Non voglio assumere farmaci in generale 0.91% (2 voti)

    In questo periodo sto meglio 0.91% (2 voti)

    Ho solo paura di peggiorare, ma non sto male ora. 0.91% (2 voti)

    Voglio prima sentire altri pareri 0.46% (1 voti)

    Mi curo solo con la medicina alternativa 0.46% (1 voti)

    Non sto abbastanza male 0.46% (1 voti)

    Mi sono già tranquillizzato leggendo 0.46% (1 voti)

    Mi fido solo della medicina pubblica 0.45% (1 voti)

  28. Marcello Prota

    Perdonate il mio Italiano. Io mi chiamo Marcello Prota, vivo in America ed oramai ho dimenticato molte regole grammaticali e sono abituato ad esprimermi in Inglese.

    Mia Madre ha vissuto e continua a vivere da 10 anni con la “sindrome di Menier”, rumore all’orecchio, vertigini, tinnitus, ecc., a volte ha gli attacchi forti e deve rimanere a letto, con vomiti e nausea.

    Prende un bel po’ di medicine che sono state prescritte dai suoi medici ma la situazione non cambia molto ed e’ persistente.

    Ho ricercato tantissimo una soluzione alternativa ed ho trovato il suo sito. Non sono un Dottore, ne ho conoscenza medica di alcun tipo, pero’ uso la testa e quando qualcosa fa’ o no fa’ senso, la riconosco. Qui c’e’ un modo di dire in Inglese: “I do not have to know how a car works to drive it” – Non devo sapere come funziona un’ automobile per poterla guidare.

    Si puo’ riuscire a capire il concetto anche se in maniera semplicizzata senza avere conoscenza tecnica o specifica.

    Io le scrivo perche’ desidero conoscere la risposta a queste domande perpiacere, e per far si’ che tanti altri lettori e persone che soffrono di questo problema, possano leggere e conoscere le sue repliche e prendere una decisone informata.

    1. Si paga 160 euro per la consultazione con asistenza illimitata: E’ UN AFFARE GRANDISSIMO ED E’ UN EROE!
    2. Mi puo’ far sapere perpiacere quanto dura questa cura in totale? So’ che e’ sempre soggettivo ovviamente, ma in generale/average, in media, quanto dura? 1 mese? 6 mesi? C’e’ bisogno di rifarla quando ritornano gli attacchi severi? Ed in media, basandosi su i suoi anni di esperienza e risultati, qual’e la percentuale approssimativamente di ricaduta?
    3. Quanto si spende in media per la medicina/neurofarmaco basandosi sull’ informazione di sopra? E’ una cura che costa circa 15,000 euro in totale per esempio (costo riferito al prezzo della medicina per tutto il corso della cura di media)? Da come ho capito, questo farmaco costa circa 1800 euro per un pacchetto che dura 10 giorni, corretto?
    4. Qual’e’ la percentuale approssimativamente di persone che ha curato? 1,000 persone per esempio? E qual’e il ratio di successo: 8 su 10 persone guariscono per esempio basandosi su persone che hanno seguito correttamente il suo protocollo? Quante invece che non seguono il suo protocollo? (quest’ ultima domanda e’ piuttosto una mia curiosita’).
    5. Dopo aver ricevuto la sua prescrizione del farmaco, ci vorra’ il nulla osta da un neurologo o il medico generale? Possono rifiutare la richiesta? O legalmente, se lei lo suggerisce al nostro medico, possiamo ottenerla facilmente? Riceveremo resistenza dal nostro dottore? Se si’, come faremo altrimenti? La compagnia Giapponese che prescrive questo farmaco, ho letto, si e’ dichiarata contro l’uso per curare “menier”. Questo rappresenta un ostacolo per le persone nel ricevere questa medicina dal dottore?
    6. Puo’ ufficialmente dichiarare che lei non e’ affiliato in nessun modo con nessuna compagnia che produce questo o questi farmaci? E che lei non ha nessun investimento/interesse economico in questi farmaci diretto o indiretto, tramite una remunerazione monetaria per esempio? Perpiacere perdoni tutte queste domande e un po’ di scetticismo. Voglio credere al suo protocollo perche’ nonostante questo mondo e’ crudele ed esistono tante truffe, cerco di mantenermi molto ottimista e cerco di credere nella gente ed avere fede in una persona come lei che genuinamente vuole aiutare tante persone!

    Se per cortesia, puo’ rispondere ad una alla volta a queste domande in maniera rispettiva.

    Prenotero’ l’ appuntamento nella speranza tutto andra’ bene e la ringrazio per le sue risposte, il suo tempo, pazienza ed eroismo!

    Questa domanda e’ al di fuori del soggetto, e’ un altra mia curiosita’ personale: che cosa ne pensa del Dottore Simoncelli (la sua teoria che il cancro e’ un fungo) ed in generale a riguardo del cancro? Io condivido da tanti aspetti quella teoria, e credo che ci sia una stretta correlazione tra il PH (alkalinity), diet and cancer.
    Lei e’ un dottore che esce fuori dalle norme standard dell’ industria medica e quindi la sua opinione contera’ a mio parere.

    Penso anch’ io che l’ industria medica e’ basata primariamente sui soldi e non sull’ interesse della gente, unfortunately/purtroppo.

    Grazie mille.

    • 1. Confermo e fino al 24 è 130 non 160.. a vita…se lo scrivo non può esser falso
      2. In media alcuni mesi. Si ripete in caso di recidive (è scritto sul sito). in questo blog trova info sui risultati.
      3. I farmaci che uso costano pochissimo. Il farmaco di cui parlo (quello supercostoso) non lo posso usare. Non si deve conoscere come è fatta una macchina per guidarla ma bisognerebbe leggere con più attenzione prima di fare domande su quel che sta scritto chiaramente.
      4. Ho perso il conto.. ormai sono circa 500 nuovi all’anno, prima anche di più (ma non solo per Meniere conclamata ovviamente). Circa l’80% la terapia prescritta la fa. Per i risultati veda nel blog.
      5. Io mando già prescrizione (è scritto sul sito) e servono nulla osta o consulenze solo in casi specifici. In Italia la mia prescrizione basta, all’estero se non si trova un medico può essere un problema.
      La casa giapponese non c’entra nulla.. Legga bene la pagina sulla terapia. Sta sbagliando terapia.
      6. Confermo ufficialmente che non ho nessuna remunerazione economica né accordi con aziende farmaceutiche né altre e visto che i farmaci che uso sono noti da decenni o oltre e prescritti in tutto il mondo e costano pochissimo non mi pagherebbe manco nessuno, peraltro 🙂 A parte i pazienti, non ho altre forme di remunerazione da nessuna parte.

      Non ho la più pallida idea su chi sia il Dott. Simoncelli e di cosa dica o faccia e comunque non esprimo mai opinioni su quel che non conosco

      Spero di aver soddisfatto la sua necessità di informazione. Legga meglio il sito però prima di prenotare, soprattutto alla pagina della terapia. Se ha letto solo la versione inglese, vada su quella italiana.

      Saluti

  29. Marcello Prota

    Grazie mille per aver risposto alle mie domande. Apprezzo tantissimo.

Cosa ne pensi? Lascia la tua opinione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...