Tutte le vertigini oggettive ricorrenti o soggettive sono da idrope. E qui vi spiego perché…

Tutte le vertigini ricorrenti o persistenti, soggettive od oggettive, accompagnate o meno da fenomeni neurovegetativi, nausea, vomito ecc,  esordite recentemente o da molti anni, a qualunque età e per qualunque motivo apparente, SONO SEMPRE DOVUTE ALL' IDROPE E SONO SEMPRE CURABILI. Non posso parlare di guarigione perché possono esserci occasionali recidive, ma il miglioramento con …

Quanto aspettare per curare un acufene? Ci sono cure sintomatiche immediate?

Non esistono terapiette blande per l'acufene e certamente non lo sono la marea di inutili integratori spacciati come cure per l'acufene ed etichettati solo allo scopo di truffare la gente con nomi accattivanti quali, ACUVAL, ACUFEN, TINNIT, OTOFISK o altri simili... L'acufene deriva sempre o da danni permanenti , ipotesi molto più rara di quanto …

Otosclerosi? Spesso la diagnosi è sbagliata, e i riflessi mancano per l’idrope

L'otosclerosi o otospongiosi è una patologia dell'orecchio medio caratterizzata dalla crescita progressiva di osso in prossimità dell'ultimo ossicino dell'orecchio medio, la staffa, che ne limita in tal modo la mobilità progressivamente. Il suo sintomo tipico è una lenta e progressiva ipoacusia, ovvero riduzione dell'udito, di tipo trasmissivo. L'unica cura possibile è l'intervento chirurgico di stapedioplastica …

Se l’udito sale e scende…è SEMPRE idrope! E si cura…!

In questo post, utilizzando a sostegno solo basi di biologia, anatomia, fisiologia e patologia generale, valutando qualunque ipotesi alternativa, vi spiego perchè affermo, certo di non poter essere smentito da nessuno che: Una ipoacusia neurosensoriale fluttuante caratterizzata da fasi di riduzione e alterazione dell'udito e fasi di totale remissione con ritorno funzionale alla normalità seppur …

Effetti collaterali e controindicazioni della terapia anti-idrope

La mia terapia, in ogni sua componente, è stata studiata proprio per non avere neanche il più piccolo rischio di conseguenza negativa, e non ne ha se si escludono possibili lievi effetti inevitabili come l'aumento della diuresi dovuto alla necessità di bere molta acqua. In particolare è importante sapere che i neurofarmaci, la componente che …

Acufene dopo trauma acustico? Spesso è idrope…

Un trauma acustico non causa necessariamente un danno permanente "da rumore", ma molto più spesso l' unica conseguenza è solo un idrope che può risolversi spontaneamente o con l'opportuno trattamento. Non esiste alcun criterio per definire permanente e intrattabile un acufene o una sordità conseguente a un trauma acustico solo sulla base del tempo trascorso …

Effetti collaterali delle terapie (in generale) per acufeni e vertigini.

Ricollegandomi a un post precedente nel quale metto in guardia contro i vari forum gestiti in teoria o in pratica da pazienti, ritengo sia importante anche sfatare un mito che circola in giro circa la pericolosità di terapie sbagliate. E qui non mi riferisco alla mia terapia, ma voglio spezzare, da esperto competente del settore, …

L’esame audiometrico: limiti ed errori (non sempre in buona fede)

Al paziente, situato in una cabina silente viene chiesto di rispondere, alzando la mano o premendo un pulsante, di rispondere quando percepisce un suono inviato dall'audiometrista attraverso l'audiometro che i trova all'esterno. I toni vengono inviati sia attraverso la cuffia che attraverso un vibratore posto dietro l'orecchio. Dalle risposte si ricava un grafico che incrocia …

Ipoacusia neurosensoriale? Non solo protesi!

Ogni ipoacusia neurosensoriale (o percettiva), anche se stazionaria e non variabile o fluttuante può sempre in teoria essere dovuta a idrope ovvero a una disfunzione creata da eccesso di liquidi a carico di cellule ciliate sane. Qualunque diagnosi di danno permanente deriva solo da luogo comune ed è priva di qualunque fondamento non essendo dimostrabile. …

La cause dell’idrope. Il ruolo dell’ormone antidiuretico (ADH).

Gli esatti meccanismi di regolazione della quantità di liquido, necessario allo svolgimento della funzione cocleare (udito) e vestibolare (equilibrio) non sono ancora del tutto noti ma quel che sappiamo ci basta per poterne ricavare una terapia. Sappiamo che un ruolo importante viene svolto dall'interazione tra l'ORMONE ANTIDIURETICO (AntiDiuretic Hormone, ADH, noto anche come adiuretina o …

La verità sulla (malattia) Sindrome di Meniere

La "malattia di Meniere" in realtà non esiste! Esiste la sindrome di Meniere, in quanto con la parola sindrome si intende, in medicina, un insieme di sintomi. E la Meniere è nient'altro che l'associazione, nel corso della vita, di almeno due episodi di vertigine "della durata di almeno 20 minuti", ipoacusia, acufene, fullness, anche limitati …

Come funziona il labirinto “vestibolare”?

L'area del labirinto (orecchio interno) responsabile delle vertigini e del disequilibrio è il labirinto posteriore costituito da cinque recettori per lato: le creste ampollari dei tre canali semicircolari, sensibili ai movimenti rotatori e le macule dell' utriculo e del sacculo, sensibili ai movimenti lineari e alla posizione della testa. Nei canali semicrcolari la rotazione determina …

Lo scandalo del Tolvaptan

Il "farmaco miracoloso" anti-ADH (e quindi anti-idrope) la cui evoluzione ho personalmente seguito per anni anni (tolvaptan, antagonista recettoriale dell' ormone antidiuretico) è già da qualche tempo disponibile con il nome commerciale di SAMSCA (Otsuka Pharmaceutical). Ma aspettate prima di sorridere... Nonostante siano state effettuate numerose ricerche specifiche che ne confermano l'utilità nella prevenzione e …

Perchè la malattia di Meniere si chiama così?

Il Dott. Prospero Menière, medico francese (1799-1862) non era un otorinolaringoiatra. Regolarmente "trombato" a qualunque concorso per una cattedra universitaria (si ritiene per motivi politici, cosa che oggi non stupirebbe più nessuno), per anni si impegnò soprattutto nella lotta al colera. Si interessò però anche di orecchio essendo stato nominato direttore, ben poco retribuito, a …

Quando è “vera” vertigine? Cosa sono le vertigini?

In pieno accordo con il sig. Lorenzo Cherubini, in arte Jovanotti, che in una sua bella canzone canta "...La vertigine non è... paura di cadere...", la vertigine è tutt'altra cosa rispetto alla spiacevole sensazione che alcuni provano guardando dall'alto in basso popolarmente definita "soffrire di vertigini". Quella si chiama "acrofobia" ed è un disturbo di …

Vertigini ricorrenti e disequilibrio soggettivo? E’ sempre idrope!

Tutte le sindromi vertiginose ricorrenti o croniche, incluse quelle attribuite tradizionalmente ad altre cause, o quelle di tipo soggettivo con disequilibrio più o meno costante, che generalmente restano senza alcuna diagnosi e senza reali terapie, derivano sempre da alterazioni a livello del labirinto (orecchio interno) e sempre dall'azione idromeccanica di liquidi labirintici (idrope), e non …

I vantaggi della consulenza a distanza con Skype

Skype (www.skype.it) è una applicazione gratuita che permette di effettuare, in modo assolutamente gratuito, collegamenti illimitati in videoconferenza di altissima qualità attraverso internet. Ho iniziato a proporre consulenze su Skype in videoconferenza già da Luglio 2009, in alternativa alla tradizionale consulenza in un ambulatorio in numerose città italiane, che comunque già da due anni non …

E’ sempre l’orecchio interno!

Acufeni, vertigini, disfunzioni soggettive dell'equilibrio, ipoacusia neurosensoriale, e fullness / orecchio chiuso (se si esclude l'analogo sintomo da orecchio medio per quest'ultimo disturbo) possono derivare solo da alterazioni a carico del complesso orecchio interno / nervi acustico-vestibolare. Se opportunamente studiato con particolari esami idonei, come io ho fatto per anni su diverse migliaia di casi …

Sintomi fluttuanti e variabili? Idrope! Sempre curabili!

Tutti i disturbi fluttuanti e ricorrenti sono sempre causati dall'idrope e mai da danni permanenti, che non potrebbero giustificarne le variazioni... Poiché nell'orecchio interno ci sono solo cellule ciliate o recettori vestibolari, fibre nervose (del nervo acustico o del nervo vestibolare) e liquidi (endolinfa e perilinfa) , e poiché cellule e nervi non hanno capacità …

Acufeni, vertigini, ipoacusia, Meniere: la cura… volendo… c’è!

Acufeni (rumore nell'orecchio), ipoacusia (sordità) neurosensoriale, vertigini ricorrenti, disequilibrio soggettivo, senso di pressione auricolare o di orecchio chiuso (fullness). Tutti questi disturbi così frequenti possono essere causati da una disfunzione reversibile e curabile, derivante dall'aumento dei liquidi labirintici (IDROPE) che esercitano una eccessiva pressione o stimolo su cellule ciliate e/o recettori vestibolari nell'orecchio interno, e …