Testimonianze

La pagina dedicata alle testimonianze dei miei pazienti è stata trasferita su

http://www.idrope-meniere.info

48 risposte a “Testimonianze

  1. Anonimo

    ho appena letto la grandezza e l’umanità di quest’uomo,non ho ancora avuto modo di conoscerlo,mi auguro che possa veramente fare un miracolo per mio marito che da anni soffre di acufeni adesso associate a vertigini frequenti e a volte violente.

  2. gaetano cippone

    ho incontrato solo stamattina(16.10.2012) il dott Latorre e in quanto a personalità dico che è meraviglioso che esistano persone così importanti per tutti che riescono con tanta naturalezza a infondere speranza. Ho letto tutti i commenti e mi ci sono ritrovato in moltissimi racconti. Spero a breve di portare anche la mia testimonianza perchè incomincerò spero prestissimo la cura a cui il Dott vorràsottopormi. Intanto Evviva !!

  3. Stefania Bellandi

    Ho letto tutte queste testimonianze e ne sono rimasta molto colpita… Ora al 20 novembre ho un a visita da un otorino per le mie vertigini ( è il secondo medico che interpello)… vedo cosa mi dice ma se non sono soddisfatta contatterò senz’altro il dottore!!

  4. sonia gallo

    il 21 marzo mi hanno diagnosticato un ischemia cocleare……..a tutt’oggi
    nn e’ cambiato niente orecchio dx udito zero…..vertigini….e acufeni fortissimi posso ancora sognare di riprendere in parte la mia vita….???
    grazie

  5. Roberta angelotti

    Buongiorno, non riesco a contattarla ma avrei bisogno di un colloquio con lei per una consulenza. La ringrazio molto se mi indirizza come fare… Sono un po imbranata, ma ho bisogno di Lei. Grazie.

  6. Anonimo

    Ho letto anch’io quasi tutto!!
    Diverse sensazioni! Sono 20anni che soffro di vertigini,-a volte forti-, che impediscono lo svolgersi di una normale vita. Ho imparato a convivere ..perdendo l’entusiasmo per molte cose avendo sempre timore di “dare buca” agli appuntamenti presi come è più volte accaduto.
    Non hai niente dicono i medici…solo sassolini che escono e rientrano dopo una passeggiata!! Da 2 anni ho quella cosa che lei chiama fullness.. sono ritornata dai medici con diagnosi,-questa volta-,di otosclerosi e perdita di udito monitorata ogni 3 mesi con audio e altro per capire la velocità del non sentire. Ansia? è arrivata ben forte da tempo anche se controllata..s’impara anche quello..credo che la depressione sia una conseguenza. è limitante questo disturbo..persino guidare è diventato difficile e inutilmente si cerca di sturare l’orecchio..avrò bisogno di una protesi estetica tra poco tanto lo maltratto! però alla notte qualche volta si apre e sento bene.In più mi sembra il dito tocchi un liquido..che non c’è..dicono i medici. Cerco di scherzare..Io non ho speranze . Voglio credere ancora una volta..lei sarebbe il 19vesimo medico.Vivo in un paesino dove adsl non c’è e chiavetta funziona poco.Se lei ha un altro modo o mezzo mi faccia sapere.
    Cordiali saluti .
    Giuliana Star.

  7. angelo conti

    ho letto tutto con grande attenzione. E quello che mi ha colpito è la descrizione del disequilibrio soggettivo..pari pari a quello che mi accade da anni, ma che dopo decine di visite (ultima Rmn alla schiena con riscontro di scoliosi e due piccole ernie) ancora non riesco a curare..o meglio per molti periodi sono stato abbastanza bene, am questo senso di “barca” l’ho sempre avuto da anni (circa 15). Sono titubante sul modo di approccio…ma a sto punto…

    • A..’sto punto… 🙂 tenendo presente che il suo disturbo è da idrope e trattabile, se supera le titubanze sull’approccio, per inviarmi la richiesta di consulenza ed avviare la terapia deve andare su http://www.idrope.com/info.html

    • ester

      Anche io sono 15 anni che soffro di disequilibrio soggettivo,la famosa barca,ma senza acufeni e senza ipoacusia.I primi sintomi si sono presentati a seguito di un potente attacco di panico.Tanto che,dopo mille accertamenti,il medico di base (per altro otorinolaingoiatra)ha catalogato i miei disturbi come psicosomatici.HO smesso di lottare,subendo ed adeguandomi ai sintomi.Ma ora mi si sta aprendo una porticina di speranza.Anche se il mio medico dice che ho già fatto tutti gli esami possibili all’orecchio.

  8. Maria Grazia Cavanna

    ho letto con attenzione quello che è stato riferito dalle testimonianze dei pazienti, io sono la mamma di un ragazzo di 15 affetto da acufene causato della musica troppo alta in un pub essendo stato troppo vicino alle casse che emettevano il suono, l’udito non l’ha perso ha fatto le auduometrire l’ultima il 5 novembre 2012 è tutto OK, ora sta facendo una cura omeopatica iniziata mercoledì 3 gennaio prende n.5 granuli di arnica montana 200K mattina e sera, 5 gocce di FM Cinnabaris complex mattina e sera e una fiala di Maximun una fila il lunedì, una il mercoledì ed una il venerdì.
    La ringrazio se può darmi qualche notizia in merito alla cura, e se ci sono altre cure. Grazie se può rispondermi.
    Maria Grazia

  9. Complimenti dottore per l’ottimo sito, sono anche io nel “girone infernale” della Meniere dal 2007 (con alti e bassi), circa 2 settimane fa si è aggravata la situazione con la presenza di vertigini e instabilità.
    Finirò domani un ciclo di terapia in dayhospital con cortisone e glicerolo ma, per adesso, non ho riscontrato nessun sensibile miglioramento.
    Ho tutta l’intenzione di voler provare la strada da lei indicata, ci sono dei problemi se ho appena fatto il trattamento ospedaliero descritto prima?
    Saluti.

  10. gavril nicoleta

    Buonasera! Mi serve inirizzio di dott .Andrea La Torre .voglio il suo consiglio .grazie mile .

  11. Egregio dottor la torre(minuscolo), visto che “nessuno può superarla in dialettica”, ed è per questo che deve aver coraggiosamente chiuso i commenti nel post dove impunemente diffamava il Sig. Maurizio Formia (maiuscolo), mi prendo la libertà di farle pervenire il mio pensiero sull’argomento in un topic a caso.

    Gli “sfigati” come ci chiame lei, sono persone che, come me, hanno girato tutta l’Italia in cerca di un medico che potesse aiutarci, o perlomeno capire di cosa soffrissimo. Senza successo. Nessuno di noi si sarebbe sognato di dover cercare da soli la soluzione dei nostri problemi, se la classe medica fosse stata capace di aiutarci. Ma evidentemente i “medici” come lei sono troppo indaffarati nel diffamere o dare sfoggio di capacità dialettiche su internet per informarsi, o semplicemente guardare in faccia le persone.

    Il metodo del Sig. Maurizio Formia funziona, ci sono le sentenze del tribunale che lo certificano, ma soprattutto ci sono le testimonianze di centinaia di persone GUARITE grazie a lui. Ha capito bene, guarite, non curate, temporaneamente da farmaci e palliativi. Persone a volte quasi invalide, che lei non esita a definire malati immaginari! “Perchè in situazioni di nevrosi da qualsiasi trattamento si può ottenere un illusorio beneficio” citandola.

    Ebbene, è proprio lei che pratica l’abuso della professione medica, che si trincera dietro ad una laurea, che non vuole imparare, che pur di difendere i privilegi dell casta medica diffama e non guarda i fatti, non si cura delle persone che stanno meglio, nega la realtà in nome del ” se non sei medico non puoi parlare”.
    Da studente in medicina, mi vergogno di lei.

    Vorrei infine dirle di non scomodarsi a rispondere, che tanto non butterò tempo a leggere la sua risposta, ma sono sicuro che non si lascierà sfuggire l’occasione di fare il figo districandosi in mirabolanti peripezie dialettiche. La vedrei bene come politico.
    Saluti, Fabio

  12. Per richiedere una consulenza, se è quello che cercava, deve far riferimento a http://www.idrope.com/info.html

  13. anna cesario

    ho letto tutti i commenti negativi sul dott. la torre è mi dispiace.
    tutti gli individui che con il proprio talento ho inteligenza compassione umana hanno contribuito a cambiare una fetta del mondo sono statti sempre attaccati, derisi umiliati ecc. totò, da vinci, michelangelo, gesu cristo ghandy, budda, ecc. tutta la loro vita e stata una persecuzione un doversi sempre difendersi per poi chiamarli GRANDI UOMINI CHE HANNO FATTO GRANDE IL MONDO.
    anche io che pratico dal 98 il buddismo di nicheren dashionin considerato un eretico, e mi fermo qui per non fare propaganda, spesso ho dei problemi, ma il mio maestro attuale anche lui considerato un plagiatore dice che tutto quello che si teme si combatte. questo significa che stiamo sulla strada giusta per un grande cambiamento.
    e grazie alla pratica che entrato nella mia vita il dott. la torre.
    si perchè dopo che mi avevo detto che gli acufeni non mi sarebbero più passate per via della mia ipoacusia dovuta alla diagnosi di maniere,io sono entrata in una crisi acuta di depressione.
    non li accettavo non volevo vivere così, è grazie al sostegno della mia pratica buddista che mi invitava a non arrendermi neanche di fronte ad un esito negativo che mi sono imbattuta per caso nel suo sito mentre utilizzavo internet per saperne di piu su gli acufeni, è diventato per me quello che noi chiamiamo shoten zenjin cioe funzioni protettrici della vita.
    lui mi a sostenuta quando avevo di bisogno non l’ho mai pagato e tanto meno chiesto il costo dopo mesi di terapia, con il risultato che gli acufeni
    mi sono spariti, sono dimagrita, ecc insomma è il mio protettore di questa malattia.
    il mio maestro dice che nella vita ho si vince ho si perde.
    una cosa ho funzione o no.
    se per me ed altri funziona significa che è sulla buona stra per altri bisiogna chiedersi se verramente hanno mai fatto fino in fondo questa terapia ci hanno fede se si sono persi ha metà strada ecc.
    allora c’è da chiedersi se il problema e la terapia, ho la nostra arroganza.
    io non mi metterò in cottanto con lui fin quando non sono in grado di pagarlo è una questione di principio perche se andrei da un otorino a visitarmi periodicamente pagare la mia parcella come tutti gli specialisti, invece lui si fà pagare il dovuto, una sola volta poi e nostro per sempre, avvolte neanche.li chiede
    certo possiamo dire che magari ci può usare come cavie per perfezionare la sua terapia, ma percgè fosse le case farmaucetiche non lo fanno,ha nostra insaputa, chiedendoci di comunicare eventuali effetti collaterali, siamo topi da laboratorio per chiunque, è ha volte ci costa tanto.. CESARIO ANNA TEL 0744719399 PER CHI NON CREDE CHE SONO UNA PAZIENTE

  14. Per richieste relative a casi personali dovete utilizzare l’apposito servizio sul sito http://www.idrope.com... ma per questi problemi un ricovero non serve mai…serve come lei ha detto una vera terapia che non troverà in ospedale..

  15. Ernesto poletti

    salve dottore,
    vorrei sapere se ci sono testimonianze anche sul suo profilo facebook, perchè non sono riuscito a trovarle. Vorrei mettermi in contatto con qualcuno di loro.

    Grazie

  16. Rosi

    Ho letto tutti i commenti e mi aggiungo a tutti gli sfortunati che soffrono di acufeni.
    Mio marito ha sentito un forte dolore all orecchio destro durante un atterraggio aereo.inizialmente ha soffero di forti vertigini poi sono sparite ma sono subentrati gli acufeni. Ora tra un medici vari e medicinel brancoliamo nel buio.
    Rosi

  17. Nicola

    circa 4 anni fa ho contattato il dott. La Torre il quale dal primo momento che mi ha visto ha diagnosticato il mio problema (come un mago) .
    in effetti seguendo alla lettera la sua terapia sono rinato dopo un incubo durato oltre 10 anni , il problema si è ripresentato dopo circa un anno in modo più lieve e sempre e comunque utilizzando i farmaci di sostegno che sono ansiolitici e neuro farmaci.
    oggi la sua è una disponibilità è immediata per i pazienti già visti perché non parliamo di “visitati” come farebbe un medico prima di una cura e mi dice che il nostro contatto può essere solo per video conferenza altrimenti dal momento che vive all’estero risulta difficile un incontro e comunque non la data è da programmare e a pagamento .
    mi chiedo : dopo aver pagato al tempo la visita + la terapia da seguire perché non re-incontrare il paziente per valutare le sue sensazioni , possibile che in questo mondo l’unico incontro e comunque con data prefissata possa essere solo via computer .
    nulla da dire sulla sua professionalità ma una persona va vista anche negli occhi visto che ero un suo paziente
    Nicola

    • Il motivo, spiegato, anche in privato, è assolutamente semplice da comprendere. Dovendo solo chiacchierare visto che non si eseguono più esami, da tempo, per i motivi spiegati su http://www.idrope.com/info.html e avendo la possibilità di seguire pazienti di tutto il mondo attraverso skype non vi è alcuna necessità di incontrarsi in ambulatorio. Il problema non è se vivo in Italia o meno, ma l’effettiva necessità essendo l’incontro su skype, che tranne l’olfatto e il tatto non certo rilevanti nella comunicazione medico paziente, si compone di vista e udito esattamente come “dal vivo”, esattamente equivalente. Quando occasionalmente faccio qualche seduta a Bergamo o Roma, per accontentare qualche nuovo paziente che preferisce questa opzione per il primo incontro… (soldi buttati anche per viaggio spesso, del tutto inutile) se accettassi pazienti per controlli toglierei posto alle prime visite…tra l’altro paganti… e non che io voglia diventare ricco,…ma devo lavorare…
      I miei pazienti hanno assistenza gratuita a vita dopo aver pagato sin dal 2009… ma non credo si possa pretendere anche la business class ed avermi a loro disposizione come, dove e quando chiedono loro per un semplice capriccio… Capriccio che se accontentato per un singolo paziente dovrebbe poi per correttezza essere concesso a tutti…e visto che seguo migliaia di pazienti non solo italiani ma di tutto il mondo ovviamente non potrei più lavorare…
      Purtroppo…l’ignoranza…(che significa solo non sapere)..tecnologica di molti, male tipico degli italiani, peraltro al pari delle scarse conoscenze di lingue straniere, fa si che non si comprenda sempre, che il guardarsi negli occhi come dice lei lo reputo fondamentale assolutamente anche io, ma che questo può oggi e da tempo e sempre meglio essere fatto benissimo attraverso il collegamento video…. Non ci dobbiamo fidanzare e annusarci… dobbiamo solo parlare guardandoci in faccia…

      Se poi uno preferisce…rivolgersi altrove… con zero possibilità di risultato effettivo peraltro, per quanto ne so, attendendo che qualcuno vedendovi in ambulatorio possa offrire quel che offro io lasciandovi seduti a casa vostra senza nemmeno farvi spostare… possa proporre di meglio. Saluti.

  18. volevo capire.. la sua terapia funziona anche se soffro solo di fullness? acufeni ne ho avuto forse un paio di volte da quando mi hanno diagnosticato il meniere nel 2006.. vertigini mai… grazie mille

  19. giorgio

    non mi spiego perché il dott. la Torre abbia lasciato l’italia

    • Glielo spiego subito.. La mia ex ompagna era lettone.. e in Lettonia si vive molto meglio che in Italia..la vita costa un terzo.. e tutto funziona.. Anche se non tenuto a rispondere sulla mia vita privata.. non è certo un segreto… Attualmente peraltro non vivo nemmeno sempre lì ma giro il mondo visto che internet è disponibile ovunque in tutto il mondo… e non potendo andare in vacanza vera per lungo periodo visto che devo dare continua assistenza ai mie pazienti.. viaggio e lavoro… Ora ad esempio le rispondo dal Guatemala.. dove domani ho pazienti su skype tutto il giorno…

  20. giuseppe falciani, medico.

    giuseppe falciani medico di base.
    la terapia del dott La Torre è l’unica che riesce a dare dei risultati positivi perché alla base del trattamento esistono dei presupposti scientifici che solo il dr La Torre cerca di applicare. Mi auguro che riesca a migliorare le sue conoscenze per migliorare questa sindrome fastidiosissima ed invalidante.Bravissimo.

  21. Gianni Curcio

    la mia opinione??? che dire dopo quattro anni di diatriba, visite specialistiche, nurologi, ortopedici, otorini, oculisti, esami diagnostici, tac, risonanze con mezzo di contrasto, tutte negative, ecodoppler etccc e chi più ne metta……….. da appena 8 giorni di terapia i disturbi del disequilibrio sono scomparsi…… incrocio le dita ormai il pessimismo me l’hanno cronicizzato. Grazie Doct ….prosieguo accuratamente la terapia che finalmente la mia qualità della giornata e letteralmente cambiata in meglio.
    f.to Giovanni Curcio

  22. Luca Adriano

    Sono un medico, psichiatra, psicoterapeuta. Ho 38 aa. Ho la S. di Meniere.
    Dopo circa 4 mesi di crisi devastanti ogni 2 settimane ed altri 5 mesi di crisi, altrettanto devastanti, ogni mese (la frequenza si è ridotta grazie al fatto che avevo iniziato a bere tanta acqua e seguire la cura consigliata da un otorino della mia città), ho contattato il dr. La Torre.
    Ho fatto bene!!! Andrea è chiaro, logico, disponibile e fa quel che dice: combina gli elementi della tp. nel modo più fruttuoso!!! Da quando ho seguito le sue prescrizioni la sintomatologia è sensibilmente migliorata e le crisi (diciamolo a bassa voce) sono quasi sparite: da aprile 2014 ad oggi (gennaio 2015) ho avuto una crisi!!!!!
    C’è di più: mentre praticamente tutti gli specialisti del campo dicono: “quando hai una crisi devi solo aspettare che passi”; Andrea La Torre consiglia una tp. che, almeno nel mio caso, ha sempre funzionato bloccando la sintomatologia della crisi (nausea estrema, vomito incoercibile, disequilibrio, vertigine, sudorazione)!!!
    Non credo ci sia da aggiungere altro: tutta un’altra vita!!!
    Grazie Andrea!!!
    A presto,
    Luca

  23. sonia

    Per fortuna esisti, caro Dottore, altrimenti…. bisognerebbe inventarti!!! Unico ed insostituibile!!! Grande!!!!! Un abbraccio sincero da chi non smetterà mai di gridarlo al mondo interno: ” Il Dott La Torre è l’unico che non ti dirà mai: “L’acufene te lo devi tenere!!!!!”

  24. Sara

    Buonasera, conosco una persona che ha 39 anni e le hanno diagnosticato ad un orecchio la otosclerosi.
    Vorrei sapere se cura anche per questa patologia (cuore che pulsa, dolori, ecc.)
    Grazie della risposta.

  25. roberto

    medico stupendo grazie di esistere presto la conoscero’

  26. Tatiana Pietrucci

    Grazie al dottor la torre ho ricominciato a vivere.
    Prima avevo le vertigini quasi tutti i giorni, dopo la sua cura non ho evento(di vertigini) da 4 mesi. Grazie ancora!!

  27. Daniela

    Ho cominciato ad avere un acufene molto forte monolaterale ad intensità variabile dopo un trattamento piuttosto violento per problemi di cervicale. Fortunatamente senza nessuna vertigine. Purtroppo sinora tutti i trattamenti, dai neurofarmaci alle flebo di diuretici osmotici, alle diete hanno avuto effetti si, ma minimi, quanto basta per non avere voglia di sbattere la testa contro il muro, ma spariti rapidamente una volta cessato il trattamento.

Cosa ne pensi? Lascia la tua opinione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...