SONDAGGI

sondaggi-onlineIn questa pagina sono riuniti tutti i sondaggi ancora attivi che vengono effettuati tra i pazienti e ai quali vi invito a partecipare numerosi.

Sono spesso di notevole aiuto per migliorare la terapia o capire lo stato delle conoscenze sull’idrope tra altri specialisti o eventuali limiti da superare o altro.  La medicina “interattiva” è spesso trascurata dai medici ma il ruolo dei pazienti, destinatari finali del lavoro di ogni medico, è spesso fondamentale.

Gli stessi sondaggi e altri qui non inseriti sono anche proposti all’interno dei vari post (questa è una pagina riassuntiva che ne contiene molti anche se non tutti, quindi se avete già risposto li non dovete rispondere anche qui.

Vi prego se possibile anche di dare risalto a questa pagina, condividendola con altri per ottenere più risposte possibili. Grazie.

ATTENZIONE: AL PRIMO SONDAGGIO SUI NEUROFARMACI POSSONO E DEVONO RISPONDERE SOLO

1. Pazienti che non mi hanno mai consultato
2. Pazienti che mi hanno consultato ma non hanno fatto la terapia per non prendere i neurofarmaci
3. Pazienti che mi hanno consultato, ma hanno avviato la terapia per mia scelta o per loro scelta senza neurofarmaci

NON DEVONO PARTECIPARE AL PRIMO SONDAGGIO I MIEI PAZIENTI CHE LI HANNO PRESI (ATTUALMENTE O IN PASSATO). 


AL PROSSIMO SONDAGGIO SULLA SCELTA DELLA TERAPIA DI AVVIO POSSONO RISPONDERE SOLO I VISITATORI DEL SITO CHE NON SIANO MIEI PAZIENTI CHE HANNO GIA’ FATTO TERAPIA CON ME ALTRIMENTI LE RISPOSTE SAREBBERO FALSATE DALL’ESITO STESSO DELLA CURA. Se siete miei pazienti e avete fatto terapia potete però esprimere la vostra opinione in un commento, ma non partecipate al sondaggio, per favore.


I seguenti due sondaggi sono riservati a pazienti che si sono sottoposti a fisioterapia, manipolazioni osteopatiche o chiropratiche per la cervicale quale terapia specifica per vertigini e/o disequilibrio e/o acufene.

Il seguente sondaggio è riservato a pazienti con acufeni o rumori pulsanti o meccanici (che non sono veri acufeni, ma vengono definiti erroneamente acufeni oggettivi.

Il seguente sondaggio è riservato solo a pazienti con vertigini posizionali con diagnosi di vertigine da otoliti (sassolini dell’orecchio) o cupololitiasi o vertigine posizionale parossistica benigna (VPPB), quella per intenderci per cui si propongono le manovre liberatorie.

Il successivo sondaggio è ovviamente riservato solo a donne in età mestruale

16 risposte a “SONDAGGI

  1. Decio

    E interessante perché ci si tiene sempre informati

  2. bruno d'egidio

    Ho soltanto fatto il mio dovere. Questo è un muro che si edifica con tanti mattoncini. Mi piace pensare di averne messo uno anche io…

  3. Alessandro

    Positivo il sondaggio già le domande in se per se aiutano a capire diverse cose

  4. CARLA

    Positivo il sondaggio, ed è l’unico medico veramente vicino al paziente in una sintomatologia così stressante, da rendere invalidante la vita di tutti i giorni quando il picco di rumore diventa inaccettabile, e la risposta di altri medici diventa:”IMPARI A CONVIVERCI”.

  5. Giacomo

    Per me personalmente, il Dottor La Torre è un Genio, dopo aver provato praticamente tutto senza il minimo risultato, La Torre è stato l’unico a darmi Ottimi risultati, perlomeno ci convivo degnamente

  6. nino

    sicuramente il sondaggio è utile ed interessante,rimane l’unico problema che il paziente ha necessità di parlare direttamente e di persona con il medico,da quando esiste la medicina a scopo curativo il medico è sempre stato vicino toccando esaminando direttamente il problema del paziente, non capisco perché il dott. La Torre oltre al suo lavoro via skype non esercita in un semplice ufficio/studio, io sarei il primo ad andare in qualsiasi parte l’Italia dove lui potesse esercitare al fine di risolvere totalmente il problema o anche parzialmente.
    Con rispetto del suo operato la saluto .

    • Dire che da sempre la medicina funziona così è come aver detto cento e più anni fa che visto che tuttı vanno a piedi o cavallo da sempre, non si capisce perchè uno debba usare l’auto… Si chiama progresso.

      Comunque la risposta alla sua domanda si trova già in tanti punti del mio sito vedere http://www.drlatorre.info/faq ma non ho nessun problema a ricopiarle il testo

      D: Perchè solo consulenze in audiovideo?

      R: La consulenza audiovideo presenta numerosi vantaggi e nessuno svantaggio, primo tra tutti la possibilità di seguire pazienti senza alcun limite geografico e con assistenza continuativa, minori costi, attese inesistenti.
      I miei pazienti da “sempre” provengono da ogni regione d’Italia, e grazie alla possibilità offerta dalla tecnologia, da tutto il mondo. Sarebbe impossibile stabilire una sede idonea per accontentare tutti d’altronde ormai è dal 2011 che offro questa possibilità con notevole successo. Al momento non offro la possibilità (se non occasionalmente) di consulenza con incontro diretto perchè al di là della notevole scomodità per me (non vivo in Italia), accontenta un numero molto limitato di pazienti e i pochi che la richiedono spesso lo fanno solo per eccesso di scetticismo superiore alla media, o per incapacità di comprendere che alla fine dovendo solo parlare e vedersi la consulenza in audiovideo è perfetta, e non per una reale esigenza.

      D: Come posso sapere se ho l’idrope e se la cura è quella giusta per me, se non si fanno esami?

      R: Bisogna valutare in modo indipendente ogni specifico sintomo o disturbo. Possiamo esserne certi se il suo problema sono le vertigini ricorrenti, o il disequilibrio cronico, o un acufene fluttuante e incostante, o un problema di udito ricorrente e non sempre presente, o la fullness (orecchio chiuso, pressione nell’orecchio). Questi disturbi sono infatti sempre e solo dovuti all’idrope e mai a danni permanenti intrattabili.
      Anche in caso di acufene o ipoacusia comunque variabili e incostanti seppur sempre presenti, almeno in parte il disturbo è certamente dovuto all’idrope. Forse tutto, ma la quota “fissa” potrebbe essere dovuta a danni intrattabili, che non possono essere valutati con esami specifici
      In caso di acufene o ipoacusia assolutamente fissi e invariabili, non è possibile conoscere in anticipo quale risultato si può ottenere con la terapia, ma nemmeno diagnosticare danni permanenti.
      In pratica la terapia è indicata per tutti i casi, ma in alcune situazioni siamo già certi valutando i sintomi (e non attraverso esami) che è quella giusta, in altri che è l’unica possibile, non esistendo alternativa. Gli eventuali danni permanenti non sarebbero comunque trattabili. E a nulla servirebbe eseguire esami, poichè comunque una quota di idrope è sempre presente, ma trovare l’idrope non vuol dire sapere che è la causa dei disturbi ed esami per evidenziare danni non esistono.
      Ecco perché non essendo necessario effettuare alcun esame specifico e nemmeno guardare l’orecchio (si può valutare quello esterno e medio, ma non l’orecchio interno con l’osservazione diretta) o il naso o la gola (che non hanno nulla a che vedere con questi disturbi) la consulenza su Skype è assolutamente la soluzione ideale e non esiste alcuna necessità salvo che per propria scelta o preferenza di un vera visita medica diretta.

  7. Tina Fallani

    Per me Il Dott. La Torre è l’unico e il migliore!

  8. Enrico

    Ho visto ieri casulamente un forum di persone affette da acufene come me, un po per cercare conforto un po per trovare qualche piccolo trucco per migliore un minimo la condizione che da un paio di settimane è un pochino pesante, cosi ho trovato casulamente questo dottore. Devo dire che il dott. latorre un po mi ha incuriosito un po per i modi e la parlata (ho visto i suo ivideo su youtube, non mi è parso molto “professore” ma molto diretto e mi è piaciuto) o perche ho l impressione che non venda “acqua calda” a differenza di altri che parlano parlano e non dicono niente. Ad essere sincero sono ancora una pintina scettico da buon romano, ma penso che se la mia condizione non migliora probabilmente butterò (spero non siano buttati) questi 160 euro per tentare questa strada. Tanto di soldi ne ho buttati a sufficienza in “puttanate” (mi scuso per il termine). In definitiva spero che il dottore non sia qui a prenderci in giro ed aprrofittando del nostro disturbo spesso molto invalidante per arricchirsi.

    Penso di aver parlato di getto, forse non moderando le parole ma esprimendo il mio pensiero vero.
    Un saluto
    Enrico

    • Speriamo che io non sia uno che sta qui per prendervi in giro visto che in linea di massima si presume che io faccia….:-)

      Che devo dirle, Enrico? Comunque grazie per la sua opinione diretta e senza peli sulla lingua… così mi piace!

      PS: Mai visto un medico imbroglione che sul suo sito mette un sondaggio suggerendo lui stesso i motivi per i quali non si dovrebbe andare da lui e chiedendo ai potenziali “truffabili” di dire la loro, ma si sa essendo il primo in tante cose, magari ho inventato anche questa 🙂

  9. Mi sono avvicinata altre volte al dr. La Torre senza fare il salto. Presumo per stanchezza dopo aver speso centinaia di euro a fare manovre e non avere combinato niente se non uscire dai vari ambulatori dopo manovre su manovre, lasciata sul lettino da sola a superare la miglionesima vertigine procurata, per poi uscire sperando che gli otoliti tornassero a casetta e mi lasciassero definitivamente in pace. Ora li sto combattendo di nuovo senza andare da nessuno, l’ultimo dopo la manovra mi ha fatto scendere dal lettino, arrivata con ritardo mi faceva cadere davanti alla sua scrivania in preda ad una violentissima vertigine per sentirmi dire signora si alzi e lui neanche si è mosso dopo avergli dato 90 euro…. ed è stata la classica goccia che ha fatto traboccare il vaso e che mi ha detto di chiudere definitivamente con loro. Ora sto prendendo il vertiser da sola senza chiedere niente a nessuno oramai da venti giorni ma sono tornata a guardare il sito del dottor La Torre pensando che sara’ l’ultima mia risorsa perché le manovre non me le farebbe fare e magari se supero l’allergia a skype e trovo una strada per relazionarmi con lui diversamente potrei veramente pensare di affidarmi a lui.

  10. federica ceredi

    Ecco La mia risposta, forse un pò diversa di quelle previste nel suo questionario.
    Da Siracide 38″Onora il medico per le sue prestazioni perchè il Signore ha creato anche lui”……………..”Ci sono casi in cui il sucesso è nelle loro mani, ,anch’essi infatti pregano il Signore, perchè conceda loro di dare sollievo e guarigione per salvare la vita.”
    La ringrazio per la sua umanità. per la sua fatica. e per il suo ingenio.
    Federica Ceredi

  11. Vincenza Lezzi

    Mi scusi Dottore, ma questo lo lasci dire a noi, per quanto mi riguarda, la vita me l’ha salvata perché non ero più in grado di condurre una vita normale, sia lavorativa che tutto il resto. Infinitamente Grazie❤
    Vincenza Lezzi

Cosa ne pensi? Lascia la tua opinione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...